Thursday, June 17, 2010

Letargo estivo.

Come ogni estate, rallentiamo clamorosamente il nostro ritmo teatresco (teatrico? Teatrante? Teatrillare.), come un letargo invertito.
Il caldo nei teatri e' insopportabile e francamente non c'e' un cavolo in giro, quindi il battito cardiaco del West End si addormenta per tornare in settembre piu' grande e piu' bello che pria! ("BRAVO!" Grazie!)

Un paio di uscite, magari in tarda serata che fa piu' fresco, ce le concediamo:

JULIE ATHERTON @ DELFONT ROOM (06.06.10)
Andiamo (con Emily e le solite facce note che bazzicano il West End) a vedere il lancio del nuovo album di Julie, che anzi se volete accattarlo e' QUI al Dress Circle.
A parte volevo soffermarmi un attimo su quanto GNOCCA e' diventata.
Per una che noi amorevolmente abbiamo sempre chiamato Cozzetta ((c)Alberto), e' un bel passo avanti.
Ha perso un fracco di chili, si e' sbiondata e ha comprato sex appeal in svendita da qualcuno, evidentemente.
Mischia Tori Amos, Skunk Anansie e Sondheim, canta qualunque cosa le capiti a tiro, probabilmente renderebbe credibile anche il jingle della pubblicita' dei cereali.
Dopo un'ora che si spacca i polmoni pero', gia' non ce la fa piu'. Mi sa che l'assenza dai palcoscenici non le sta facendo bene, perche' si stava giocando la voce come una novellina, invece che come professionista che fa 8 show a settimana.
Passiamo a salutare prima Julie, che salta fuori ci stalka su Twitter, e poi Paoletto lo Speziale (ariLOL), regista & organizzatore della serata, del CD e dell'intera carriera di Julie, e tra una smanceria e l'altra se ne esce fuori con un: '.ah si, che poi sto seguendo la vostra relazione su Twitter, ah ah..'
Cioe', pure lui si fa senza pudore i cazzi nostri. Devo stare attenta a quello che scrivo.
Il giorno dopo anzi fa una pulizia generale della sua f-list, affermando che seguendo gente a random 'non riusciva piu' a seguire i suoi amici'.
A me e alla Moglie non ci ha cancellato. Permettetemi di gongolare un attimo.
Paoletto e' attualmente, con Zio Martin e Sheridan, la mia persona preferita del WE.

LEGALLY BLONDE (13.06.10)
Ci infiliamo un Blonde tra capo e collo perche' stanno registrando il CD live e abbiamo vinto i biglietti con il concorsone su Feisbuc. Ole'.
Ed e' anche l'ultima volta che vediamo Duncan, povero.
Inguardabile e incapace, (non si sa come ma e' anche peggiorato da 6 mesi fa) ma oh se mi manchera', questo pirla stratosferico..*sigh*
Comunque. Ci becchiamo anche Lucy come Serena (che io ADDDDORO), Emma come Margot (che trovo un tantinello da pantomima, ma vabbe'..) e Jane come Stenographer/Gabby (e Jane vince SEMPRE.)
Finalmente riesco anche a dare a Sheridan la pasta a forma di cazzetti comprata ad Amalfi (non chiedete, e' una lunga storia), che lei ha apprezzato molto al grido di 'OMG I LOVE THEM!!!', al contrario delle predizioni di mia mamma che non aveva approvato l'acquisto.
Io ho sempre ragione, mamma.
Adesso e' appena stato il suo compleanno, vediamo quanti altri mesi ci metto a portarle il regalo.
In tempo per Natale, immagino.

Nel frattempo ci vengono a trovare in rapida sequenza (e accavallandosi anche un po') Mischa dalla Svezia con furore e Kat di passaggio da Ginevra.
Mischa lo abbiamo ospitato sul divano e non l'abbiamo visto quasi per niente, usciva all'alba per fare le day queue ai teatri e tornava intorno a mezzanotte, e Kat l'ho vista una mezz'ora con Vicky e Sabrina a prendere un frozen yogurt da Snog prima del loro Hair serale.


SPAMALOT UK TOUR (BROMLEY, 28.06.10)
Acchiappiamo la YB e andiamo a Bromley a vedere Simon, che non si sa grazie a quale santo nel paradiso del casting, si e' beccato Galahad in Spamalot Tour.
Il set e i costumi da pantomima, in uno show che vuole essere cheesy e trasandato apposta, non funzionano benissimo, sembrava di guardare una produzione parrocchiale.
Il King Arthur sembrava capitato li' per caso, piu' che il re sembrava il giullare, anche se aveva delle belle uscite da Chandler Bing.
Patsy e Bedevere (non piu' flautolento) senza personalita' alcuna.
Il corpo di ballo costituito da ben 4 persone, due ragazzi e due ragazze.
I costumi sono stati tutti cambiati da 'Crociati' a una cosa piu' Tudor, tutte righine e frangie penzolanti.
Il wooden rabbit disegnato di spalle (WHY?!) e il castello dei francesi era talmente di cartoncino bristol che ho temuto venisse giu' durante il taunting.
Simon, devo dire, fa ridere. E stranamente non usa la voce da Nicky di Avenue Q, come invece fa sempre. Ottimo anche il suo Black Knight.
E omg surprise! Il Lancelot era il nostro ex Galahad!! Rapato a zero e con un ghigno quasi scary, irriconoscibile. Un Lancelot degno, ma lo preferivo come Galahad.
Al Robin e' stata cambiata la canzone, adesso non gli serve piu' un ebreo, ma gli serve una star da stunt castare.
Qualche joke eliminato, qualche joke aggiornato (soprattutto di scherno verso l'Inghilterra eliminata ai Mondiali).
E Jodie.
Oh, Jodie.
Overacta, si dimena, si diverte, e si canta via i polmoni.
Non e' manco paragonabile ad Hannah, ma e' talmente paciarottona che le vuoi istintivamente bene appena entra.
E alla fine tutti insieme a cantare Always Look On The Bright Side Of Life col sing-a-long, e company bows.

A proposito di Hannah, abbiamo prenotato una data a random in Agosto per vedere Into The Woods all'Open Air, ma visto le ottime previsioni del tempo ho il terrore che non troveremo sconti piu' in la' e finiremo col vederlo una volta sola. Gasp. NON SIA MAI!

Nel frattempo c'e' gia' stato anche il Gay Pride e io me lo sono perso per il terzo anno di fila. Bad gay, bad, BAD gay.

No comments: