Thursday, September 17, 2009

Agosto, parte I

Uff, quanta roba.
(Si compra voglia di bloggare, anche usata. Ritiro a domicilio)

Cominciamo che e' meglio.

HELLO DOLLY! (07/08/09)
Infilata di straforo in una trade night, grazie al mio capo manolesta, non mi voglio lasciar sfuggire Josefina.
Come ninja del teatro caliamo silenti dalla fila O laterale (sti screanzati del box office, come si permettono! che cazzo di posti sono, in fila O, con mezzo teatro vuoto!) alla fila I, fino ad atterrare in fila G centrale.
Bella Josefina. Bellabellabellabella. I miei colleghi erano entusiasti. Wayne mi ha anche detto che all'anniversario di Chicago le era seduto vicino. JEALOUS.
Lo show e' bellissimo e io lo amo, ecco.



Siamo andate a vedere lo show di Lauren (!!)
Ebbene si, Lauren ha 'ideato' uno show. Vo a recensire.

NURSERY CRIMES (09/08/09)
Immaginate Into the Woods mischiato con Shrek e Betwixt. Ma senza talento.
Cioe', alcune canzoncine erano ascoltabili, un paio di idee quasi spassose. Ma finita li'. Gia' visto, gia' sentito, gia' fatto, comprato la maglietta e fatto vedere le fotografie ai parenti.
NEEEEXT!

Proviamo la vera ultimate experience britannica, non sei un vero briton se non fai almeno un pic nic in vita tua.
E gli inglesi del pic nic ne hanno fatto un'arte.

QUEEN SYMPHONIC SPECTACULAR (15/08/09)
Valex ci viene a trovare di ritorno dalle vacanze dai parenti in Francia, quindi mi sembra giusto scrollarci di dosso pregiudizi continentali con una cosa cosi' British, che piu' British non si puo'.
Road trip, tutti in macchina con Sarah che guida per tipo 4h (lasciamo perdere, abbiamo fatto un giro insensato mettendoci il doppio del tempo previsto) fino a Romsey, da qualche parte vicino Winchester, in un posto chiamato Broadlands, che normalmente e' la casa dei Conti di Mountbatten, ma per un giorno e' una distesa IMMENSA di tavolini da picnic.
E quando dico IMMENSA intendo migliaia di persone attrezzate come se nella vita non facessero altro, tavolini, sedie piegevoli, trolley pieni di scatole e scatoloni, viveri di ogni tipo e fiumi e fiumi di sacrosanto vino.
So' britannici, non ce lo scordiamo.
Noi, sbracate sull'erba con 7 teli da bagno (note to self: WRONG! si impregnano e per fine serata sono da strizzare. Portare vere coperte da picnic) e da mangiare per l'intero esercito di Gondor (con un twist italiano, pero'..mi sa che siamo le uniche con la mortazza..), ci rotoliamo dal ridere fino a stare male.
C'e' Franc, Minimouche e la famiglia, Laura, Lou e Katie, un sacco di altra gente venuta apposta da Londra e un bel gruppo di fangirls galline del tipo 'OMG KERRY PLEASE SIGN MY FOREHEAD EEEEEEK!!!'
Lo show e' la solita roba che fanno i Queen, la filarmonica di Bournemouth, Kerry, Mazz, Ricardo, MiG, solita gente, solite canzoni.
Ma mettici un gazillione di persone che mangiano e bevono, un tramonto della madonna, umidita' del 300%, Kerry in un catsuit attilato che manco Michelle Pfeiffer e Halle Berry messe insieme, e i fuochi d'artificio finali.
E poi tutti a casa, un'ordinata fila di macchine, perche' so' british, mica cazzi.

A STREETCAR NAMED DESIRE (21/08/09)
Volevo vedere Rachelina e ce l'ho fatta, grazie a la YB. Posti da paura, qualche giorno dopo la press night.
La play e' tipo cazzotto alla bocca dello stomaco a digiuno, Rachel e' immensa, il cast tutto degno di rispetto, pesante accento del sud degli Stati Uniti e influenze franco-spagnole (lo spagnolo era alquanto dubbio, onestamente..FLORESSSS, FLORESSS PARA LOSSSS MUERTOOSSSSSS. o_O), afa di agosto a New Orleans, un tram che da Desire St va a un posto che e' Campi Elisi solo di nome, una southern belle senza un soldo o futuro, ma con tanta dignita'.
Rachel piange, ride, sogna ad occhi aperti, delira, strilla, viene stuprata e portata in manicomio, e cazzo e' incredibile. Mai voluto cosi' bene a Blanche Dubois. Una roba tipo tre ore e mezza di show a sto ritmo, 8 volte a settimana.
Piu' di una persona in sala a singhiozzare, applausone, di corsa alla stage door. In sala c'era Billy Nighy, che esce con Rachel (dopo molto aspettare e indecisione su qual e' la porta giusta). Lei esce con un baschetto e il maglioncino prim & proper, viene assaltata dai turisti e dai cacciatori di autografi, a testa bassa firma il firmabile, chiede di non essere fotografata e questi imperterriti continuano a sparaflasharla, vedo che vuole solo andare via e nella mia testa parte l'allarme 'VIA DI QUI, NAO!', quindi ci defiliamo senza tentare l'approccio. Meglio cosi'. Mi sono sentita male per lei, povera tesora.

Mi fermo qui perche' sono esausta, sto sveglia dalle 6 con 5h di sonno sul groppone, causa stupido fire drill all'alba. Muoio.

1 comment:

Morgan said...

I fire drills da voi si fanno solo all'alba? :P

cmq LOL, soprattutto LOL a "in un posto chiamato Broadlands, che normalmente e' la casa dei Conti di Mountbatten, ma per un giorno e' una distesa IMMENSA di tavolini da picnic."

devo aggiungere "con dei Sebach molto ben organizzati"!! Ma alla fine, come hai detto tu, so' inglesi, mica cazzi XDDD

La stavo aspettando sta review!

ValeX

PS: Pritin! Che è il cugino di Rin Tin Tin