Wednesday, March 25, 2009

Ed ecco che si va a vedere Wicked nonostante la Khadime..

Perche' a me era sfuggito che questa e' la nuova Nessarose?



Tale Natalie Anderson.

Madre santa, ho avuto un brivido.

Anzi, piu' d'uno.

Saturday, March 21, 2009

Hai visto, che siamo sopravvissuti anche a quest'altra zozzeria?

Come siamo catastrofici, che sara' mai, e' solo Dirty Dancing..*conato di vomito*

Dirty Dancing (16.03.09)
Ebbene si. Ancora lui. Ma non dovevamo vederci piu'?
Ma c'e' Cassandrina Prettypretty, non potevo non andare. *si da ragione da sola*
Ho anche incastrato la YB a venire, e mi assumo tutte le responsabilita' dei danni alla sua immagine, alla sua vita sociale e le parcelle dello psicologo. E' colpa mia, ce l'ho trascinata, lo confesso.
La vaccata immonda che e' questo show non e' commentabile.
Ci sono pero' alcuni dettagli che vanno commentati.
Uno di questi e' la gnoccagine della pischella che fa Penny. Beeeeeella, stacco di coscia notevole, carinacarina e guarda un po', persino bravina. (tale Nadia Coote, australiana. Da tenere d'occhio)


(ma solo io ci vedo ust femslash tra Baby e Penny? XDD)

L'altro e' lo shock culturale che mi prende ogni volta che realizzo che i due protagonisti (di quello che viene considerato, con molta fantasia, un musical) in realta' non cantano mai.
Un altro e' la bruttezza immonda della understudy Baby.
Un altro ancora e' lo shock emozionale quando mi rendo conto che Cassandrina canta la canzone tema.
Canta divinamente e ha ancora problemi con le parole con le L, ma cazzo, 'Time of my life' sto par di palle.
Cioe', seriously, ha avuto due battute due, ha cantato due canzoni due, ha cambiato qualcosa come 15 vestiti, e nemmeno un curtain call decente le hanno fatto fare, e' uscita con tutte le altre dell'ensamble.
Che vergogna. Da Eponine a Dirty Dancing e' veramente un salto dello squalo di quelli micidiali.
Non mi ripendero' mai piu'.

Avevamo avuto la bella pensata di andare a Wicked il giorno di San Patrizio, con la Trade Night di Ticketmaster.
Si e' trasformata in una di quelle cose dove ti invitano loro, ti confermano i biglietti, ti presenti, magari con ospiti (la povera Kat), tutta precisa e pettinata vai a ritirare il biglietto al box office e quelli non sanno di che stai parlando, non hanno nessun record di te, della tua compagnia, di Ticketmaster, e sono anche un po' seccati che hai osato disturbarli (il box office del Victoria Apollo e' nella top 5 dello scazzo lavorativo di tutta la Gran Bretagna, isole comprese.)
Disperate (per la figuraccia che ci ho fatto e per il rodimento di non vedere niente), cerchiamo di andare a vedere Josefina che fa una commedia al teatro sopra il pub del King's Head (ricordate? quello del theatre quiz dove arrivammo penosamente ultime?).
Ovviamente e' la press night, non c'e' posto manco a pagarlo.

Ce ne andiamo a casa sconfitte, ma torniamo all'attacco due giorni dopo, ed ovviamente di biglietti ce ne sono a pacchi.

The Murder Game (19.03.09)
Ah, Josefina. Quanto sei hot.
All'uscita i nostri commenti sono stati del tipo: ma hai visto che schiena perfetta? No ma vogliamo parlare delle gambe? No ma perche', hai visto che occhi che ha?
Della play, ci rimane un vago ricordo.
Lei e' un caustico e tosto giudice di New Orleans, sull'orlo del divorzio dal fascinoso marito procuratore distrettuale, che in crisi di mezza eta' l'ha lasciata per una bionda piu' giovane e meno complicata.
Attraverso una serie di equivoci e una bomba fatta esplodere per sbaglio (con contorno di personaggi/macchietta, quali l'amante latino di lei con velleita' di scrittore di gialli e l'assistente british e camp con problemi di gambling) i due finisco per assumere lo stesso sicario per farsi fuori a vicenda. E il sicario non ha nessuan intenzione di lasciare un lavoro non finito.
I due tentano cosi' di accantonare i problemi i coppia per cercare di salvarsi la pellaccia.
Carino ma non eccezionale, lui aveva problemi a ricordarsi le battute e a dirle al momento giusto. E come spesso accade i personaggi di contorno sono piu' bravi dei protagonisti. (anche se non si capisce perche' se l'amante latino di lei e' brasiliano, l'attore parla con accento spagnolo. Mah.)
Josefina parla come quando era in Oklahoma, un misto di Sawyer di Lost e Lucy The Slut, tranne quando ha un momento di 'fake accent' dove sembra la spia tedesca che faceva in 39 Steps ('Are you sure you want to be INUOLVED?').
La ragazza ha tempi comici favolosi, mi fa spanciare.
E poi quanto cazzo e' bella.
E' l'unica persona che non riesco ad avvicinare, non c'e' verso. Mi vergogno come una ladra, anche se tutti sanno che non ho scrupoli a placcare chicchessia alle stage door.
E' che proprio non ce la faccio. E' troppo perfetta, non saprei che dirle, farle l'elenco di tutti gli show in cui l'ho vista non mi sembra il massimo della conversazione, anche dirle 'ti adoro, per me sei assoluta' non e' un granche' come ice breaker.
Quindi anche stavolta ho rinunciato. Sigh.

Here, have some Josefina.


*sigh*

Actually, posso prendere un Tardis e tornare indietro al 2003 e andare a vedere Chorus Line quando Josefina era Cassie e dove a quanto pare faceva un Let me dance for you che fermava lo show (o per quotare il Guardian: a sensational show-stopping dance under angled mirrors)? E c'era anche Woodsie? Eh? Posso? Please? Eh?

Basta, mi sto deprimendo.

In altre news, Billie torna per l'ultima puntata di Tennant, e' cio' e cosa buona e giusta.

Ikea aveva finito il divano che volevamo, quindi non abbiamo potuto comprare niente di quello che dovevamo, nello specifico il divano, la libreria, la scrivania, e un altro paio di mobiletti. E cio' non e' cosa buona e giusta.
L'Ikea di Wembley chiude a mezzanotte, tenteremo di tornare entro lunedi', altrimenti Valex dovra' dormire per terra.

E' confermato che il 3 maggio io e Marky andiamo a correre vestiti da suore.
Non vi preoccupate, non siamo impazziti, e' una roba per charity organizzata da Sister Act The Musical.
Stiamo solo cercando di incrociare Katie, che vi credete..

Avenue Q ci ha fatto fare il corri corri per i biglietti dell'ultima performance e poi ci ha fregato a tutti, riaprendo 20 metri piu' in la' il primo di giugno. Grazie, come siete gentili.

E, per concludere in bellezza, e' piu' di un anno che non ho notizie di Clare.

Ecco.

Monday, March 16, 2009

Show (e pulizie) di primavera.

Comincio a rendermi conto che non ho piu' il fisico per queste cose. Tre giorni di seguito a teatro mi hanno ucciso. E pensare che mi facevo tranquillamente 5/6 show di fila.

Vabbe'.

CJ, Fem e Simon sono in uno spettacolino al Landor. Andiamo a vedere che roba e'.

Austentatious (10.03.09)
Lo show viene dal New York Musical Festival, come [title of show], altrimenti conosciuto come il famigerato NYMF (pronunciato come ninfa).
Narra le mirabolanti avventure di una disastrosa compagnia di teatro che si mette in testa di mettere su nientepopodimenoche Orgoglio e Pregiudizio.
Costumi raccattati, regista incapace, membri del cast schizzati e la pretesa di fare una 'rilettura' quanto meno azzardata della play, danno il via a 2 ore di delirio puro.

CJ interpreta la deliziosa stage manager che tenta di tenere insieme il tutto.
Fem fa la fidanzata del regista/sceneggiatrice/interprete di Elizabeth Bennett, che ha idee brillanti come ambientare la scena della fuga di Lydia e Wickham ad Amsterdam, navi pirata e sfide a colpi di tip tap (no, non sto scherzando).
Simon e' il mezzo drogato che si ritrova nella compagnia per evitare le ore di lavori sociali, ha l'attention span di una lucertola sotto acido e 'tenta' di interpretare Bingley, con molto, MOLTO sforzo.

Prima ora carina, seconda ora da piangere dal ridere. Non respiravamo piu'.
Nell'attimo in cui la play vera e propria va in scena, ci sono 20 minuti di risata continua che valgono tutto il biglietto dello show. Bravissimi e divertentissimo.

CJ esce con la sua solita biciclettina smontabile ed e' la solita ciccia. E' veramente troppo carina, soprattutto quando fa questi personaggi nevrotici e teneressimi.
Fem sa fare praticamente tutto, adesso ci sfoggia pure il suo tap dance e le sue doti di ballerina in 2 metri quadri di spazio. Non siamo nemmeno riuscite a dirle ciao, ma mi ha scritto sul Facebook quindi non si e' offesa *rolleyes*
Simon e' venuto di sua sponte al nostro tavolo dopo aver visto Manu, abbiamo fatto i soliti convenevoli, parlato dei progetti di compravendita di case e appartamenti e del prossimo viaggio in Australia, piu' un accenno ad un programma per bambini con la BBC che gli hanno proposto e quel che sara', sara'.
Si e' persino ricordato da solo che ci eravamo sposate, il che e' tutto dire. Sono quasi impressed.

Nel frattempo ci chiude Zorro, e non avendo biglietti per l'ultima, acchiappo la YB e andiamo a dire adios al cast di questa zozzeria deliziosa.

Zorro, la Zozzeria DeliZiosa (11.03.09)
Ao', a me sto show piace un sacco. Ma proprio tanto.
Sono tristissima che chiude.
Matt e' bravissimo, c'ha una faccia da schiaffi impertinente e non sbaglia una nota.
Emma Williams e' miglioratissima, ogni tanto si perde una nota ma e' comunque bravissima, piacevole da sentire e a suo agio, e non troppo irritante. E piange benissimo. (madonna mia quanti -issimo.)
Lesli Margherita ha appena vinto l'Olivier per il suo ruolo di Ines.
Io gliene avrei dati 5. E' troppo, TROPPO brava. Voce da paura, carisma, presenza, tempi comici perfetti, degna ballerina e muore da dio, cazzo.
Sono andata a fangirlarla alla stage door (ah, cari bei vecchi tempi di stagedooramento), con Kat e Sabrina che erano alla performance per puro caso, e la signora Margherita mi ha ucciso confermando che torna a L.A., e Londra perdera' un talento incredibile.
Very sad.
Nota finale per Matt che esce dalla SD in MOTORINO. Cioe', non col ma SUL motorino. Ma....O_O

Andrea Corr e' a fare sta play all'Old Vic, ci invitano e quindi andiamo.

Dancing at Lughnasa
(12.03.09)
La play e' luuuuunga e non succede praticamente niente, e' la storia di 5 sorelle, in una casetta di campagna sperduta nel Donegal irlandese alla fine degli anni '30.
Andrea e' la sorella che si e' fatta abbindolare da uno scriteriato venditore porta a porta gallese e si e' fatta mettere incinta. La storia e' raccontata dal bambino cresciuto, che ci dice che finaccia abbiano fatto la madre, le 4 zie e il prozio prete missionario che in Africa ci ha perso la brocca e la fede (o forse ce l'ha ritrovata?).
Il tutto accompagnato da Marconi, il rudere di radio che hanno in cucina, che una volta funziona e venti no.
Bravissime le protagoniste e il gallesotto (interpretato da Jo Stone-Fewings di 39 Steps).
Andrea..Be', Andrea faceva Andrea. Spallucce tirate indietro, vocetta tenera, passettini sulle punte, battute sbagliate, tratti di genuinita' e le solite fossettine sulle guance.
Ne' piu', ne' meno.
Non e' uscita e alle 11 siamo andate via, tanto non si ricordera' manco di noi...

E stase ci tocca Dirty Dancing, giusto perche' e' gratis, ma prevedo che io e la YB ci alzeremo con dignita' alla fine del primo tempo e ce ne andremo quatte quatte.

E' uscito il sole, attenzione.

Ah, e buon San Patrizio a tutti e non bevete troppo!

Monday, March 09, 2009

Olivier Awards 2009 (aka Anche questa e' fatta)

Agli Olivier frullano insieme tutta la gente che vuoi vedere e quella che non vorresti vedere mai piu'.

C'era Gillian Anderson vestita come una gothic lolita..
Laura che faceva Susan Pavensie dello show di Narnia con Clare, in quanto parte del cast di Sunset Boulevard..
Sheridan Smith, al solito..
Tutto il cast di Spring Awakening.
Andrea Corr con Kevin Spacey..
Gareth Gates coi sensi di colpa per essere la causa della chiusura di Joseph *gigglesnort*....
Brian May con la permanente appena fatta...

Soliti noti anche tra i vincitori, Elena Roger per Piaf, Douglas Hodge per La Cage, Histories ha fatto man bassa, Lesli Margherita miglior supporting per Zorro (YAY!) e il Capitano Picard Patrick Stewart per Hamlet (e' tipo il terzo che vince? Bless..), Derek Jacobi per Twelfth Night.

Qualche zozzeria qua e la', soprattutto l'immancabile Best New Musical a Jersey Boys. Oltre all'Olivier gli diamo anche il premio Zozzeria D'Oro dell'anno, e via, la chiudiamo qui.

E ora ci tocca solo aspettare i Tony, con ansia e trepidazione, tirando fuori il boa di struzzo e le paillettes dall'armadio gay che ognuno di noi si porta dentro.
(non avete mai visto una lesbica diventare un uomo gay? Aspettate di vedermi durante la notte dei Tony..)

Saturday, March 07, 2009

Zozzeria portami viaaaaa...

Chi e' che ha detto che Spring Awakening e' pienodigenteOMG, c'e'chisiarrampicasuilampadari, purdiavereunposto?
Gia' hanno cominciato a darci posti nel mezzo degli stalls a meta' prezzo.
Di sabato.

Non il migliore degli auspici, temo.

L'altra zozzeria che mi ha ammazzato oggi e' l'arrivo di GHOST - THE MUSICAL, con musiche di Dave Stewart.
Certo, Annie va in giro per l'Africa a salvare bambini affetti dall'Aids, e lui scrive Ghost The Musical. Per non essere da meno. Ovvio.

Questo sara' un anno di zozzerie mai visto...

Al momento sto tirata come Patti LuPone in 30 Rock, pronta per prendere a sberle qualcuno (non necessariamente Alec Baldwin..)
Stesso sorriso forzato.

Wednesday, March 04, 2009

Se solo sti deficenti delle trade nights si stessero fermi.

Ci mandano 6 biglietti, per una notte. E noi al booth siamo 18, piu' tutti quelli in ufficio a Rose St.

Siamo arrivati a un punto dove dobbiamo fare la pesca, mi chiamano tutti pimpanti e dicono che culo, e' uscito il tuo nome, puoi andare solo QUELLA sera e hai ben UN biglietto. Che cavolo ci faccio con un biglietto solo? Tristenji.

In piu', ritrattano. Bastardi.
Prima ci invitano, poi: abbiamo scherzato, non abbiamo posti.
Ma allora vaccagare.

Io mi metto in lista per tutto e poi mi pento.
Finora ho rilocato/mandato inietro Stomp (che, in quanto zozzeria, e' stato rifilato alal capa di Manu), Enjoy e Priscilla.
Mi sono messa giu' per Warhorse e mi sa tanto che dovro' combattere anche per quello.
L'unica cosa che ci tirano appresso con la mazzafionda e' Dirty Dancing.
Sto forse andando a Dirty Dancing di nuovo?!
Si.
Lo so, lo so, e' imperdonabile, saro' marchiata a fuoco da sta cosa, ma ao', c'e' Cassandrina prettypretty, sono mesi che non la vedo e..uff, e' pretty.

Ticketmaster ci manda l'invito formale a Wicked, i miei boss al booth li chiedono secondo procedura e TM risponde sorry, siamo pieni, come non detto.
Provo io a contattare i nostri guys a Ticketmaster, e mi rispondono il giorno dopo: Cara Chiara, eccote i biglietti, divertiti.
Ovvio.
Devo dedurre che anche nelle trade nights, si va avanti a spintarelle.

Poi mi sembra veramente una presa in giro, ne' Priscilla ne' Little Night Music stanno cosi' packed. Ma dividi sta cazzo di trade night, no? mandane 6 un giorno e 6 un'altro. No. Un biglietto a testa, se ti dice culo.
Quasi quasi butto via pure Night Music, tanto ci andremo per cazzi nostri con Kat, dove c'e' la Waddingham ci sono le Waddingham Girls, figuriamoci...

Nel West End c'e' fermento, si fanno sempre incontri interessanti, e mentre la YB incrocia Ggiodiggiacobs al Dress Circle, Angela becca Jennifer Aniston per strada e io urto Eddie Izzard da Nando's.

Tutto chiude, tutto apre.
L'ultimo a tirare le cuoia e' il povero Giuseppe e il suo cappotto arcobaleno (era ora? Ma anche si..), mentre si fa sempre piu' pressante Legally Blonde e Calendar Girls sembra destinato a chiudere prima ancora di aprire.

Abbiamo avuto anche un brividino da cataclisma imminente oggi, quando Shaftesbury Avenue ha avuto un balck out che ha minacciato l'annullamento di tutti gli show della strada.
Panico rientrato, si va in scena come al solito, the show must go onwards (come direbbe Kenneth The Page)