Friday, December 19, 2008

Merry Christmas bitches!

Sperate che non scopra mai chi e' il mio Secret Santa di quest'anno, perche' se lo becco lo sconocchio.
E dico LO perche' nessuna ragazza del booth mi avrebbe mai regalato una roba del genere:



Seriously. Giusto quello che mi serviva, eh? *rolleyes*

*riprende il regalo cosi' com'e', lo reincarta e lo da a Manu per il suo Secret Santa al negozio...e diamo via al ciclo infinito di regali indesiderati*

Wednesday, December 17, 2008

Mi si sono sono accumulati talmente tanti show che mi uccide il dover recensirli tutti.
Ringraziando il cielo mi sono saltati almeno 3 show a cui dovevo andare gratis (Hairspray, Sunset Boulevard, Edward Scissorhands) e di cui mi fregava come della laniccia sotto al letto.

Cominciamo da 'So Jest End' (15.11.08)
Ci abbiamo messo una vita e mezzo per organizzarci per sta cosa, agguantando i biglietti come manna dal cielo, visto che lo show e' in un buco di teatrino che tiene 10 persone e ti credo che e' sempre tutto esaurito.
In piu' Garry (il creatore dell'ambaradam) mi voleva conoscere dopo lo show, come conseguenza di un fitto scambio di mail svolto piu' o meno cosi':
Io: vorrei dei biglietti.
Lui: so' finiti.
(3 mesi dopo)
Lui: Ho dei biglietti.
Io: Li ho gia' comprati, grazie a sta cippa.
Noi, arrivati belli belli tipo ultima ruota del fatidico carro, ci siamo persi il cast originale, quindi niente Drew Sarich (sigh, sob).
Woodsie c'era. E pure Boyd. E la French Ellis. Very nice.
Praticamente e' un Forbidden Broadway per attorucoli del West End, con canzoni famose di musical riadattate e cambiate per riflettere le frustrazioni degli artisti sottopagati di Londra.
Gli attorucoli in sala hanno apprezzato molto.
Pure noi, in misura magari minore.

Avanti con Imagine This (20.11.08)
C'e' molto di Les Mis in questo mega polpettone strappabudella.
Padre/figlia, la guerra di mezzo, un amore improvviso, i due giovincelli scappano verso il futuro e la speranza e tutto il resto del cast crepa senza pieta'.
Non male, due o tre bei pezzi, grosso anthem cantato in coro, varie performances niente male.
I poracci ovviamente chiudono tra due giorni, dopo un mese a dar via biglietti a un pound pur di far venire la gente a teatro. Che voi fa', 5 milioni di poundssss buttati nel cesso.

E via con Carousel (25.11.08)
Surreale e' fargli un complimento.
Praticamente il bruto di turno (dal cuore d'oro pero') si innamora dell'unica squinzia con un po' di sale in zucca di tutto il Maine. 20 minuti e sono sposati. 25 minuti e lei e' incinta e lui la picchia come una zampogna. Il tutto condito da balletti old school tipo Sette Spose per Sette Fratelli, con fulcro principale vongole, cozze e aragoste (no, non ho fumato).
La venuta del pupo sembra ravvedere il brutaccione per circa 5 secondi. Dopodiche' tenta una rapina idiota e si uccide accerchiato da polizia.
Aspe', mica e' finita qui.
Due angeli scendono dal paradiso per portarlo a giudizio di un vecchietto eccentrico con librone dei peccati aperto. Il brutaccione non si e' comportato bene e ha lasciato un gran casino morendo a quel modo.
Sulla terra sono passati 15 anni, sua figlia e' una specie di brutaccina in erba e al Brutaccione serio viene dato un giorno per tornare indietro e mettere a posto le cose. (Vi dico che non ho fumato, e' tutto vero.)
Brutaccione Sr fa di nuovo un gran casino, mena alla figlia appena conosciuta e con due paroline messe a caso le cambia la vita per sempre. Fine.
(Giuro)

Poi una sciacquata ai padiglioni auricolari con Maria Friedman ai Trafalgar Studios (29.11.08)
La signora bissa il successo della run alla Menier Chocolate Factory.
Graham Norton e il Maestro Sondheim in platea.
Un po' di showtunes, un po' di canzoni a caso, battute a gogo e rapporto d'amore infinito con l'immensa orchestra.
Brava brava brava.

E finalmente il grande ritorno di Kerry a Wicked (01.12.08)
Tralasciando le fangirls che strillano a meta' canzone manco fosse l'ultima di Cheno a Broadway, direi che e' andata benone.
La signora Ellis ci e' mancata parecchio, ed e' stato un gran bel vedere, dopo sei mesi dell'inguardabile Alexia Kadhime.
Golden moment dello show e' stato il curtain call, dove Kerry e Dianne si sono zompate addosso per poi saltellare allegramente abbracciate come due bimbe dell'asilo, alla facciaccia degli haters.
Bei momenti.

Tutti trotterellando a A little night music (05.12.08)
Con Kat al seguito che ha trovato un return per puro miracolo (non sia mai che separiamo le Waddingham Girls).
Delizioso show, piuttosto funny e ricco di armonie come tradizione del Maestro Sondheim (Manu in brodo di giuggiole).
Abbiamo fatto prendere un infarto triplo ad Hannah, incredula e shockata per circa 10 minuti, ma abbiamo fatto un nice catch up di progetti futuri, progetti passati e progetti campati per aria, ma se si avverano OMG. (Hannah + Tina Fey + 30 Rock= ORGASMO).

Giunge poi la mazzata August: Osage County (10.12.08)
Sfizio tolto piu' per vedere uno show che ha vinto un gazillione di Tony che per altro. E per Rondi Reed.
Show bislacco, piu' sul lato soap operesco del drama, segreti su segreti da svelare in una famiglia disastrata come se ne vedono solo in America. Sembra di essere in The OC, e invece e' l'Oklahoma.
Ti aspetti che qualcuno si alzi e dica una roba tipo 'Non sono tua moglie, sono il tuo fratello gemello cattivo!'
La gente in sala (e' una matinee, quindi eta' media 150 anni.) gaspa a piu' riprese, io cerco di non farmi saltare i nervi causa insopportabile accento americano strillato a pieni polmoni (non ci sono microfoni), la signora vicino a me non capisce le battute e mi chiede spiegazioni a ogni intervallo (ce ne sono due, lo show dura la bellezza di 3 ore e venti minuti).
All in all, una cosa che andava fatta, ma da non ripetere MAI piu'.

E come se non ci fosse bastato, 4 ore di Hamlet a seguire (12.12.08)
Come il mondo sapra' oramai, David Tennant deve andare sotto i ferri per aggiustarsi la schiena spaccata (spaccata come, non s'e' capito), quindi l'aver prenotato 6 mesi prima non e' servito a una emerita cippa. Peccato.
Lo show e' sempre un piacere da guardare, anche nelle sue ragguardevoli 3 ore e 40 minuti.
Ma almeno Patrick Stewart me lo son goduto. Recita come se facesse ancora Picard, mi aspettavo dicesse tipo 'Numero Uno in plancia', dio lo benedica.
E il not!Tennant non era malaccio, anche se il paragone costante e' inevitabile.
Non lo vedremo dal vivo, ma riusciamo a immaginarci benissimo come l'avrebbe fatto David.
L'unica pecca e' stato il lazzareto incredibile in platea. Sembrava di stare in ospedale, reparto geriatria. Un continuo scatarrare e tossire per 4 ore. Mai vista una roba simile.
E sulla via del ritorno, sulle scale del Drury Lane a chiacchierare con gli amici? Cassandrina PrettyPretty. *_* beeeeeeellllaaaaaa....

E concludiamo con un altro Wicked messo tra capo e collo (16.12.08)
Stavolta con Ernie al posto di Dianne.
Devo dire che con una Morrible del genere e un Wizard di cotal fatta, anche io risultavo la migliore in scena. Ma vabbe', chi li guarda mai sti due. Fanno pena, ma basta far finta che non ci siano.
Caroline e' ormai impegnata a overactare per mettersi in paro con gli altri, anche se e' un piacere sentire come cambia le armonie rispetto a Katie. E la sua voce si sposa benissimo con quella di Kerry durante Wicked Witch of the East. Oltra a quello, e' tutto un 'LE MIE SCARPE SONO ON FIRE OHMAIGOOOOOD!!' -_- Che tocca sopporta'.
E mentre Dianne e' migliorata e ha abbassato il tono da spastica della sua Glinda, Ernie l'ha messo al massimo. Peccato, mi ricordo che a marzo ci era piacuta. Adesso sembra piu' sotto acido di Kendra.
Ma che ce frega, c'e' Kerry che ringhia a 'look to the western sky', ridacchia sotto i baffi durante le scene in classe (che figo quando si gira verso Dillamond e la vedi che si shakera con dietro Oli che la guarda allibito) e tira giu' il mondo durante No Good Deed.

Adesso una pausa natalizia mi sa, perche' nel frattempo mi hanno dato un aumento di piu' o meno £800 l'anno, stiamo per cambiare casa per andare a vivere in un posto decente e abbiamo dovuto operare il cane e asportargli tutti i denti (solo £400, che vuoi che sia..).
Ah, e Kerry ha spostato la data della sua ultima quindi gli Scoobies si attaccano perche' tocca riprenota' per la settimana dopo. Tacci sua.
Fun times.

Saturday, November 15, 2008

Jersey Boys (04.11.08)
Questo show scaturisce molte domande.
Del tipo: perche'?
E: Chi ve l'ha chiesto?
E ancora: Quanto ci mettera' a chiudere?
Non si spiega.
La storia di 4 scriteriati col nome di una pizza, impestati di amicizie mafiose che parlano come Joey Tribbiani di Friends. 'How YOU doin'?', roba cosi'.
Gente che ha cambiato formazione 20 volte, rendendo impossibile identificarne un membro. Tutti col carisma di una latta d'olio per motori.
Nick, Tony, nomi buttati li' a caso che dopo due ore e mezza non hai capito ancora a chi si riferiscono.
E poi lui, Frankie. Uno che veniva descritto come il ragazzino con 'la voce d'angelo', che cantava canzoni tipo 'Walk like a man, talk like a man' con una vocetta da chipmunk castrato.
Struttura globale dello show con formuletta 'E poi tizio scrisse sta canzone' (parte la canzone), 'a questo punto avevamo un'altra canzone' (parte l'altra canzone) 'c'erano attriti nel gruppo' (membro A non capisce il senso del titolo della canzone scritta da membro B) 'alla fine di quell'anno avevamo una hit' (parte la hit).
Chiusura del tutto con l'inevitabile 'where are they now' (chi a fare la caricatura di se stesso ad Atlantic City, chi a pescare sul fiume nel Midwest, chi e' morto..), con inopportuno paragone ai Beatles. Uguale, stessa roba proprio.
Devo solo ringraziare i Four Seasons per 'Can't take my eyes off you', che cantata da Michelle Pfeiffer abbarbicata su un pianoforte in I Favolosi Baker ha lasciato un segno indelebile nel mio cuoricino di lesbica in erba.

La Cage Aux Folles (10.11.08)
Probabilmente il miglior show in citta'.
Grande cast, grande script, grandi performance.
Douglas Hodge nella parte del travestito Albin in arte Zaza e' senz'altro eccezionale, ma per me e' l'ensamble di spilungoni in tacchi a spillo ad essere la chiave dello show. Belli ed eleganti come molte donne si sognano solo di essere.
La storia dei due genitori gay che panicano per la visita della famiglia ultraconservatrice della futura nuora lascia sempre il segno, ed e' attuale come non mai.
Al finale tutti in piedi per il mini mix, con lo stomaco che fa male a forza di ridere.

Piaf (14.11.08)
Incredibile Elena Roger. Assolutamente incredibile.
E' alta un barattolo e mezzo ma riesce a interpretare queste donne larger than life come se niente fosse. Evita prima, Piaf poi.
La play e' una biografia, e le biografie sono interessanti solo tanto quanto lo e' la vita della persona che ritraggono. Questa e' senz'altro interessante, Edith Piaf ha avuto una vita fuori dal comune.
Probabilmente non e' la migliore play del mondo.
Ma. Grosso ma.
E' molto serrata, non c'e' un attimo di respiro, costantemente in tensione anche nei momenti di silenzio assoluto, non un momento per applaudire. Una tirata tutta d'un fiato di un'ora e 40 senza intervallo.
Arrivi alla fine stordito e pieno fino all'orlo di emozioni. Una vita rude e grezza richiede una play rude e grezza. Non ci sono belta', non ci sono svolazzi, niente poesia innecessaria. Riflettori puntati in faccia, scenografia essenziale, cambi di costume supersonici.
Su tutto, le sfortune della povera Piaf, i suoi amori tragici (bravissimo Luke Evans che canta una Torna a Sorrento niente male), i suoi successi, i suoi flop, le sue amicizie (delizioso duetto con Marlene Dietrich di La Vie en Rose con bacio saffico alla fine, il piccolo Aznavour che non la vuole lasciare per andare in tournee).
E la voce della Roger, che ti prende a pugni in faccia e non ci credi che viene da un corpicino cosi' minuto.

Stasera torna Manu e andiamo a Jest End, e io ho un sonno che mi si porta via.

Wednesday, November 05, 2008

...eeeeeeee buona Bonfire Night, y'all.

Fuori piove, sento i fuochi sparati all'impazzata, noi ci guardiamo Friends in pigiama mentre il cane si rincorre la coda, da bravo intelligentone qual e'.

Sunday, November 02, 2008

NY isn't the centre of the Universe, it's the centre of NY

A costo di ripetermi, fatemi indagare piu' a fondo sulla nostra avventura newyorkese.
Non vi deliziero' con racconti di commessi scortesi e pancakes alla fragola a colazione, tranquilli.

So che vi frega solo degli show. O non vi frega affatto. Nel qual caso, perche' cazzo state leggendo? Fuori dalle palle.
Il resto resti pure seduto, che si va a cominciare.

Sigla. (immaginatevi una sigla a caso. Anche Beverly Hills va bene.)

GYPSY (12.09.08)
Bella Patti.
Bella Laura.
Esperienza indimenticabile, di quelle che le racconterai ai tuoi nipoti scazzati: Sai, io una volta ho visto Patti LuPone in Gypsy.
E non me ne frega niente se Bernadette era meglio.
Patti potrebbe anche cantare lo scontrino di Bloomingdale's, per quanto mi riguarda.
Come le fa lei le cose, con la passione che ci mette lei..Con quella trap che ha al posto della bocca..Non c'e' paragone.
Adesso ogni volta che vedo Laura Benanti in tv penso a lei vestita da mucca Caroline che fa 'moomoo-moomoo'.
Quel moomoo-moomoo le ha fatto vincere un Tony, quindi sticazzi.

LEGALLY BLONDE (13.09.08)
Perche' ero straconvinta che ci fosse stato un mega cast change? No, spiegatemelo.
Si, Laura Bell Bundy se ne e' andata, e anche il marito di Orfeh, la Ashford che e' tornata a Wicked e la tizia che faceva Enid..
E basta. Gli altri c'erano tutti. Compreso Borle puccioso, Shindle divina, Asmereth fantastica, Orfeh assoluta e ZOMG BETH CURRY TUTTO MAIUSCOLO. Bellissima.
Lo show e' funny e silly, come piace a me. E noi giu' a ridere anche se sappiamo le battute a memoria.
E comunque non si scappa alla maledizione del pubblico cafone, vicino avevo una festa di 16enni riccone newyorkesi, che tra caramelle, giggles e psst psst mi hanno fatto perderde la brocca. Mi sono dovuta spostare al secondo atto senno' le fucilavo.
Di una finezza poi, ve lo lascio immaginare. Quella piu' vicino a me, tra un casino e l'altro e un ravanamento in borsa, si e' tolta i tacchi e si e' messa le infradito, tra 'Daughter of Delta Nu' e 'What you want'. MOLTO rumorosamente.

[title of show] (14.09.08 + 15.09.08E)
Tos e' il meglio che c'e' in giro. La chiusura prematura e' solo un altro capitolo da aggiungere allo script.
Chi non ha idea di chi siano Heidi, Susan, Jeff e Hunter probabilmente pensera' che e' sono solo attori che recitano uno script. Per chi, come noi, ha seguito tutto il viaggio, ed era li' su Youtube a guardare l'episodio del [tos] Show annunciante la trasferta a Broadway..Per noi, e' un sogno che diventa realta'.
Li ami perche' sono veri, perche' ci hanno creduto fino in fondo, perche' non si arrendono mai, perche' se vincono loro quattro (e sometimes Larry) vinci un po' anche tu.
E quando li vedi litigare a morte durante Awkward Photo Shoot e' come guardare i tuoi genitori che si insultano durante la cena. Un trauma.
Li amiamo, nonostante tutto, e questo e' quanto.
(Susan mi ha mandato un messaggio ciccio via Facebook, e quindi la amo piu' di tutti)

SETH RUDETSKY @ Time Square Info Centre
Vedere Seth dal vivo e parlarci e' stato l'ennesimo bonus imprevisto di questa vacanza.
E' uno che mentre si fa la foto con te canticchia dicendo 'Aspetta che ti faccio la colonna sonora!', e si meraviglia che lo conosciamo a Londra. Well, d'uh! Saro' una theatre geek o no! Tse'!
Quindi oltre al Q&A coi cast di [tos] e Avenue Q e il suo umorismo, ci siamo anche beccate un paio di deconstructions e una audiocassetta di lui a 12 anni che canta Annie. Esilarante.
Poi un giorno mi spieghera' perche' con tanta gente famosa e di talento a Londra lui conosce solo Rachel Tucker. Che per carita'...pero'..
Boh.

BROADWAY ON BROADWAY (14.09.08)
Caldo, folla, coriandoli, tutti i casts di Bway live on stage, ancora caldo, folla di persone orrende, lelle isteriche, [tos]sers ovunque, sventagliamenti, ancora molto caldo, e via, tutti a mangiare al Bubba Gump Shrimps. Goduria.

E chiudiamo la parentesi americana per tornare al West End che qui gli show pullulano.

FLAUNT IT (30.10.08)
Solito cabaret della TheatreMAD, soliti quattro gatti, solito principio del gender swapping.
Sta botta siamo venuti solo per Jon (non eccelso, ha fatto una roba da Full Monthy e Maybe this time da Cabaret) e per Josefina (che ha cantato per ultima, facendo Betrayed da The Producers e beccandosi un'ovazione bestiale. Best Bialystock EVER).
Menzione speciale per Anna-Jane Casey che ha salvato Jesus Christ Superstar (io sono ancora traumatizzata dallo scempio di quello di Never Neverland..).
Per il resto, tutti carucci, tutti bravi, nessuno eccezionale. Tranne Josefina che ha spaccato il culo.
Il roll call e' stato il piu' triste della storia. Hanno risposto in due o tre show, tra cui GREASE. No dico, GREASE!!! Non ci sono mai quelli di Grease, sono la parte piu' figa del Roll call, quando chiama il cast di Grease in sala e non risponde nessuno!! Ma no, stavolta tutto il resto del West End non ha risposto. Na tristezza. C'erano quelli di Wicked, qualche anima solitaria da Les Mis e un paio da Lion King. E basta. Tristenji.

Monday, October 27, 2008

Autunno di fuoco (parte II)

E le ultime due spine nel fianco (visto che mi e' saltato La Cage aux Folles, febbre del cavolo..):

THE LAST FIVE YEARS (12.10.08)
Ao' pareva lontanissimo sto L5Y e invece eccolo, e' gia' passato.
Scusate se lo dico, ma mediocri sia Paul che Julie.
E il maledetto fonico che non mi ha fatto sentire un cazzo di quello che diceva Paul (e mi sa che e' stato un bene).
Tutto sommato carino, ma non da strapparsi i capelli.
Sara' che per me Jamie e Cathy sono JRB e Julia Murney, e basta. Non c'e' storia dopo di loro.
E dopo lo show, tutti al cast party posh, col cibo indiano posh, aperitivo posh e torta posh (che sapeva di cibo indiano posh..).
Noi acchittatissime, abbiamo fatto la nostra porca figura.
Gli BIB hanno castigato i camerieri con gli assaggini, essendo loro acchitati si, ma a digiuno.
Julie assaltata dalla gente, inavvicinabile.
Gabriel ciucco (Manu ci ha parlato per mezz'ora e vi giuro, era surreale. L'unica cosa che pareva avere un senso era quanto Elle fosse drogata di pollo di Nando's. E ho detto tutto.)
Paul ci presenta sua mamma facendo battute cretine (buonasera signora Spicer, lo sa che suo figlio e' scemo e si crede simpatico?).
Ah, e Julie sara' dimagrita 30 kg, ha messo su delle coscette niente male..
Ovviamente Clare non c'era. Si e' presentata ieri, alla terza e ultima performance. Ovvio.

BETWIXT! IN CONCERT (14.10.08)
Tutti all'Ambassadors che TheatreMAD vuole i soldi per l'AIDS.
E vabbe', pagamo.
La storiella e' sempre una cagata pazzesca mal scritta, e la versione concerto non la migliora.
Bedella nei panni del Grande Garbo vince per la sua versione eccentrico/spagnola.
Seconda classificata Sheridan Smith, principessa Ariella chav col tanga in mezzo al culo. Geniale.
Terzo posto per Josefina Gabrielle, bellissima, gnocchissima e bravissima, fa parecchio ridere, la signorina.
Menzione speciale per la narratrice scazzata modello Natolia il peperino di Bratislava.
Piu' il Gay Men Chorus e John il Muto/Marasmus, che fa sempre schiantare.
Urgh agli scripts in mano agli attori, come tutte le versioni concerto dei musical mai che uno venga preparato (a parte Miranda, che rinchiusa com'e' in una scatola per meta' show, come lo teneva su lo script, con gli incisivi?).
McFarlane, l'autore/interprete, sarebbe simpatico se non emulasse Jack di Will & Grace, copiandogli persino le gag.
Ah, e una quote da Gypsy aggiunta per l'occasione che mi ha crackato up completamente.

E ora tocca prepararci per Flaunt it e West End Xmas (zzzz). Sara' un lungo inverno..

Come take these eyes, I would rather be blind..

Ok, e' giunto il momento di parlare di

Repo! The Genetic Opera

Ok, tralasciate Paris Hilton (che non ha mai saputo cantare) e Sarah Brightman (che e' 500 anni che canta come quando faceva Christine in Phantom..), ma ANTHONY HEAD!!! *____* Madonna che bravo che e'!



Dunque, la storia e' questa:
Nella meta' del 21esimo secolo gli organi umani cominciano a collassare. La richiesta d'organi crea il caos.
Dalle macerie del mondo distrutto la compagnia GeneCo emerge trionfante, con organi geneticamente perfetti in offerta in cambio di soldoni.
Se non si ha di che pagare, l'azienda manda il 'repossessing' man, il pignoratore, che si riprende gli organi.
Essendo gli stessi creatori della saga di Saw (sagadisaw??) e' ovvio che il Repo Man non ti viene a bussare a casa a ore pasti, ma ti viene a cercare col bisturi spianato e si riprende gli organi senza passare per l'anestesia.

La protagonista e' una diciassettenne di nome Shilo (tale Alexa Vega che era Penny in Hairspray a Broadway) che ha una malattia ematica ereditata dalla madre (morta, ovvio), e quindi vive da sempre rinchiusa in casa col padre.
Shilo vuole solo uscire all'aperto e non sa che paparino fa il Repo Man.

Shilo, come Alice, scappa e vaga per la citta', incontrando personaggi grotteschi, bislacchi, terrificanti. E un paio di plot twists niente male.

C'e' la famiglia Largo che gestisce la GeneCo, il super cattivone padre Rotti (il papa' di Mira Sorvino!) che non sa a chi lasciare la fabrichetta una volta schiattato e che amava la madre di Shilo, e i suoi tre squinternati figli, il maniacale Luigi, lo psicopatico Pavi e la drogata di chirurgia e aspirante cantante Amber Sweet (la Hilton travestita da Dita von Teese), che si contendono l'eredita' vivendo al di sopra della legge. (na bella famigliola, complimenti..)

C'e' lo spacciatore/narratore Graverobber, che di mestiere, indovina un po'? Profana tombe, ettepare, per procurarsi la droga di cui tutti hanno bisogno, la Zydrate, un anestetico euforizzante che permette di resistere all'agonia delle ripetute chirurgie. (la simpatica Zydrate si aspira dai cadaveri, che cosa poetica..)

E c'e' la madrina di Shilo, la soprano cieca (ma manco poi tanto) Mag (la Brightman in versione goth), che non sa di che pagare il trapianto di cornee e sta per ricevere la visita del repo man, ma solo dopo che avra' cantato per l'ultima volta alla Genetic Opera della GeneCo..

E segreti su segreti che nessuno vuol dire ma che, prima o poi, vengono a galla.

E vabbe' insomma, c'e' un po' da vedere. Il tutto praticamente interamente cantato.

Io sono gia' persa per la Brightman in corsetto nero. Lo so che ha cinquant'anni e lo so che e' la Brightman.
Ao', all'ormone non si comanda. (so che piangero' come na bestia, me lo sento..)



Doveva uscire a aprile ma ha slittato al 7 novembre, uscira' solo in una manciata di citta' americane, e poi dritto in dvd, a causa della pubblicita' minima data dalla pidocchiosa casa produttrice. Il film non e' ancora uscito ma e' gia' un culto a forza di passa parola.

La colonna sonora e' qualcosa tipo Linkin Park/Guano Apes meets Rocky Horror Show con una spruzzata di Dresden Dolls e un po' di rock innocente alla Hannah Montana.
Su Youtube trovate un paio di tracks rilasciate di recente, Seventeen, Zydrate Anatomy, Mark it Up..
Fatevi un'idea di quello che vi aspetta.

E' una figata pazzesca.

Vi lascio anche la soundtrack, solo 22 canzoni su 54, ma che volete rovinarvi tutta la sorpresa??

Ingordi.

Friday, October 17, 2008

Autunno di fuoco (Parte I)

A grande richiesta (ahah! mi faccio ridere da sola..), vi presentiamo il riassunto degli ultimi due mesi nel West End.
Come dice Manu, non bloggo da una vita, e mi si accumulano gli show.
Procediamo quindi con la prima sfilza di zozzerie.

NEVER FORGET (23/09/08)
Come sarebbe a dire Never Forget? Ma no, forgettiamolo pure. Perche' attaccarsi a sto modo alle cose. Buttiamolo via senza manco passare dal Cestino, che poi tocca svuotarlo ed e' un macello.
Credo che YB non si riprendera' mai piu' da sta batosta.
Questa merdaccia andava vista, anche solo per dover di cronaca.
Siamo andate preparate al peggio, ma ancora una volta la nefandezza e' andata oltre ogni aspettativa.
Recitazione abissale a parte, i dialoghi surreali e il plot da recita della nativita' ci hanno steso per benino. Aggiungeteci gli effettecci da circo, col fuoco a duemila gradi che ti rade via le sopracciglia e la pioggia che sa scrivere (Giuro. E' anche abbastanza brava. Andra' come minimo in terza elementare.), e le canzoni piu' oscene nella storia delle boy bands.
Mica bruscolini.
Medaglia d'oro al tizio che fa l'immigrato spagnolo, stereotipato ed eccessivo. Mitico.

WE WILL ROCK YOU (30/09/08)
Ci invitano gentilmente a andare a vedere Rachel Tucker, sconfitta nella corsa alle Nancy, che ha agguantato il ruolo di Meat. E noi andiamo.
A parte la panzetta nascosta da panciera (sic) e da uno strato spesso di calza a rete a coprire le morbidezze (non so se avete presente la scosciatezza delle Meat..) la ragazza ha entusiasmo e voce. C'e' sempre tempo per migliorare.
Sabrina e' sempre impressionante e cammina sempre come se si fosse cagata addosso.
Ricardo ormai mi sta simpaticissimo.
Il cast e' completamente cambiato ora, e non c'e' manco una faccia familiare.
A parte Mazz, che e' sempre Mazz. Unica, inarrestabile, indistruttibile.
Alla stage door, abbiamo fatto un dietro front di quelli da colpo di frusta al collo: c'era Hannah ad aspettare Mazz. Panico, indecisione, lotta interiore, e alla fine siamo andate via con la coda tra le gambe.
Tra il panico e il regret, scelgo sempre il regret.

THE GIRL WITH THE PEARL EARRING (02/10/08)
Meh.
Non ho letto il film, non ho visto il libro (no, wait...)
Insomma, una vergine di questa squinzia che amava la bigiotteria.
In sostanza la play e' tutta raccontata dagli inquilini e frequentatori di casa Vermeer: la nonna, i figli, la moglie, il benefattore, il macellaro (non scherzo).
Sta Griet, serva figlia di uno che di mestiere dipinge mattonelle, sconvolge col suo arrivo la vita dell'intero condominio. A vederla e' un pulcino bagnato, che a sentir loro pare abbia fatto chissa' che nefandezza inenarrabile, e tu aspetti per 2 ore che qualcuno ti dica che ha fatto, o che almeno ci mostrino qualche immoralita' lasciva..
Be', non succede. Ma nienteniente.
La tipa non fa niente. Non si tromba nessuno, non ruba niente, non ammazza nessuno.
Posa per un quadro, e tant'e'. Fine.
Vabbe'.

LES MISERABLES (08/10/08)
Per puro culo ci siamo ritrovate alla performance di compleanno di Les Miz.
Ben 23 anni. Con tanto di gigantesca Cosette col cappellino da festa proiettata sulla curtain. E alla fine, tutti a cantare tanti auguri Les Mis tra i coriandoli e le stelle filanti. Che bei momenti.
Tutti belli, tutti bravi. Era una vita che volevamo andare a vedere Jon. E' bello e gagliardo con le basettone finte, ma freakka sempre un po' sentirlo cantare con la voce tutta impostata, e poi quando sorride fa lo stupid puppet nod e gli viene la voce da Princeton. E fa un 'god it's everywhere' fantastico, finalmente. E fatecelo vedere sto sangue, sulla povera Eponine!
Quando mi ha vista non ha detto manco ciao, ma direttamente:
'.....Red!!' LOL. L'ho sconvolto col potere della tinta per capelli.
Non c'e' piu' Cassandrinaprettypretty, adesso Eponine la fa una reietta delle Nancy, che si chiama, guarda caso, Nancy. Ovvio. Non fa schifo, ma imbroglia sugli acuti e non mi piace, soprattutto dopo i polmoni d'amianto di Cassandra. Non c'e' paragone.
Ormai amo alla follia Drew, me lo porterei a casa da quanto e' ciccio. E' anche simpatico.
Un'ennesima reietta dei reality (stavolta una delle Marie) fa Cosette. E' inutile che vi dica che mi fa cagare a prescindere, quindi non l'ho manco guardata in faccia. Poi Cosette e' vestita di nero quindi si blenda bene con lo sfondo nero del Queen's. La escludo dalla mia visuale con piacere immenso.
Javert e' un tizio nuovo che finalmente si capisce che dice quando parla (e Manuela e' in lutto per la perdita del nostro ispettore belga, incazzato e sputazzante), e medaglia d'oro per la nuova Fantine che e'...la gemella sputata di Jo Ampil, nonostante sia nera (!!). Ma uguale. Solo che sara' la gemella che non sa cantare, perche' era abbastanza painful da ascoltare, con tanto di stecche clamorose e note perse per strada.
Il biondazzo prestante Enjolras mi aggrada molto. Mi aspetto sempre che si tolga la camicia e sotto abbia una maglia di Abercrombie & Fitch.
Niente Jodie, che pare faccia comparsate sul palco ogni tot, ma era alla stage door. E' praticamente il fantasma di se stessa, avra' perso 800 kg.

E fine della puntata perche' ho gia' scritto troppo e siamo manco a meta' (e mi mancano ancora gli show a Broadway.)

Friday, September 26, 2008

Cominciamo dal principio. Anzi no, dalla fine che e' meglio.

Mi sto scordando dei pezzi.

Per ricapitolare il punto:

Domenica abbiamo avuto sta roba di Scott Alan al Duchess per Mum's the Word, OMG gli americani, OMG Eden Espinosa, OMG Jenna Leigh Green e tutte ste stronzate qui.
Ora, se avete presente Jason Robert Brown o Lippa, avete presente anche Alan.

Il tizio risponde anche alle scimmie se gli lasciano un messaggio su facebook, quindi immaginate il tripudio di fangirls nel teatro.
C'erano CassandrinaPrettyPrettyPretty, Jenna, Annalene, un fottio di gente. Ci doveva essere Woodsie ma ha dato buca (insert here Nina che si mangia il bracciolo della poltrona mugugnando. Come fa sta ragazza a insistere che e' etero quando muore dietro a Woodsie senza vergogna alcuna. Mah)
Eden e Jenna Leigh (secondo me drogatissima) a gongolare tra le ovazioni delle fan in lacrime (giuro), Alan a marpionarsi il pubblico con ironia passivo-aggressiva e un name dropping che non ha rivali. Gli mancava di nominare che e' amico di gesuccristo e aveva fatto l'elenco completo.
Nel mucchio, uno che ha sventrato Jesus Christ Superstar, una con la faccia da schiaffi che ha cantato l'ennesima L5Y, Julie Stark (e figurati se se ne perde uno..), l'understudy Fyero e Alice Fearn.

Stiamo cercando di salvare [tos] quindi abbiamo coinvolto gli americani nel nostro progetto. Vediamo che esce fuori.

Nel frattempo Elle ci lascia e vola in Florida, dove intratterra' turisti panzoni all'Epcot Center. Per festeggiare come si deve, tutti a magna' da Nando's e poi in sala giochi.

Ora, piu' che sala direi SuperAtticoDa7StanzeDaLettoE4Bagni, ma vabbe'.
Il Trocadero. Che magnifica zozzeria, mettere un posto del genere sotto il naso di tutti.
E chi ci va mai? Gia' c'ha la fama di posto dove se anche ci capiti per sbaglio ti rubano il portafogli col pensiero, figurati se perdo tempo la' dentro.

Come non detto: e' da perderci tempo.
Dopo aver speso i milioni per giocare a qualunque cosa (tranne Dance Revolution perche' ci tengo alla pelle) abbiamo raccattato abbasta punti per regalare a Elle una orrenda bambolina da portare in America. *AWWWW collettivo*
Peccato non essere andate coi Wickeders al Laser Tag all'O2, c'era da divertirsi, ma avevamo il cast change di Rock You proprio quel pome..

Ecco, We Will Rock You come cast change faceva abbastanza tristezza, in finale andavano via in 4 gatti, e tutti dell'ensamble. Pero' siamo riuscite a beccarci una Mazz molto in forma, la French-Ellis come Scara e di conseguenza l'u/s anche di Meat. Pochi scherzi, e non da strapparsi i capelli. Bry-Ann ovviamente non c'era, figurati se si scomoda per du' mentecatti.
Vabbe'.

Il 17 era giorno di Wicked, quello famoso a cui ci avevano invitato pur non essendo uno show che vendiamo.
Lasciamo direttamente stare e diciamo solo che meno male che non ci avevo speso una lira.
Ci siamo alzate al secondo atto e ce ne siamo andate a casa, visto che avevamo jet leg da smaltire e un cane da recuperare a casa di YB.
Se capitate dalle parti dell'Apollo Vic, lasciate perdere. La povera Dianne fa na fatica a mandare avanti la baracca, ma e' una lotta persa, visto che il resto del cast fa cagare.

E' orribbbbbbile stare seduti li' (nel circle, per la prima volta...O_O) e pensare: senza gente che conosci che valga la pena guardare, questo show e' abbastanza una palla.
Pure con Dianne che alla fine ha mollato la voce da Chipmunk e parla come una persona sana di mente.
And that's the truth. Sorry.

PS: perche' Martin manda le mail a Manu alle 3 di notte?

PPS: E' ricominciato Wire in the Blood, e come Simone Lahbib apre bocca, io ho 8 orgasmi. Se strilla contro qualcuno e calca l'accento scozzese, muoio direttamente.
In piu' io shippo Alex e Tony like a burning fire.
Lo so, e' una coppia etero, WTF, right? e invece si.

PPPS: perche' chiude [title of show], chiude Xanadu, chiude Legally Blonde, e quella merdaccia di In the Hights rimane aperto? E Mamma Mia? E Hairspray? E Dirty Dancing?

Sunday, September 21, 2008

To the 5 boroughs

Ad un certo punto dovro' pure fare un recap della vacanza/luna di miele.

Tocca che comincio, allora.

Menzione speciale a:

-Gli annunci al custom del JFK con finale alla Elvis.
-L'ostello sgarrupato da vere newyorkesi. Con tanto di blatta rovesciata su un gradino delle scale. (un minuto di silenzio per la blatta che non ce l'ha fatta)
-Il trucco dei bicchieri impilati al Bubba Gump, spiegato dalla iperservizievole cameriera (senz'altro theatre geek o aspirante performer, ne sa piu' del West End di noi..)
-Ellen's Stardust Diner a mezzanotte, coi camerieri scazzati e gli hamburger scotti. Irripetibile ma unmissable.
-[title of show] due volte.
-Il Cesso di Lusso Tour, comprendente Bloomingdale's, Tiffany's e al Rock Center.
-Manuela che, dopo 5 giorni, ancora non ha ancora capito che le porte SI TIRANO E NON SI SPINGONO!
-Suzanne Sommers seduta dietro di me a Gypsy.
-ZOMG Patti LuPone mi ha parlato. Non lavero' mai piu' questo orecchio.
-Heidi. We lust Heidi. heidi che la seconda notte e' uscita, ci ha guardati e ha fatto 'OH, HI NERDS!!!' a voce molto, MOLTO alta. Lo fa con tutti, non ci siamo offese.
-Susan che piange alla fine delllo show.
-Seth. OMG SETH. Come si spiega che di tanta gente di talento a Londra Seth conosce solo Rachel Tucker? E perche', come tutti gli americani, chiede il nome e da dove vieni? Che stiamo al gioco dei fagioli nel brattolo della Carra'?? E poi mi chiede 'ma come fai a conoscermi?' O___O ma sei cretino o che? XD
-Non comprare regali a nessuno. Che goduria.
-BETH CURRY. (OMG WE ROCK, it's the scene of the criiiIIiiime...)
-Il culo di aver Beccato Broadway on Broadway. (sotto al sole cocente, ma che ci vuoi fare..adesso ho una bella collezione di ventagli di Chicago con la Van Outen, Little Mermaid e Wicked. E un bracciale di 13 The Musical. random much?)
-Le infinite LOLz quando il cast di Spring Awakening ha cantato 'Totally STUCK' al B on B e la folla ha booato. XDDDD
-Lava Flow di Bubba Gump FTW.
-Kate Shindle che si belta via l'anima.
-Maleducazione e' uno stile di vita. I love NY, but I hate newyorkers. Dio, che cafoni.
-Le lolz per le procedure d'emergenza in CGI della British Airways. Sonore risate alle passeggere che si spizzano le hostess.
-LOL+sniffs a Sex & the City. Lo so, sono ridicola, ma Charlotte che difende Carrie da Big come un leone mi ha commosso. (hello gente di Broadway, che e' sto cameo-fest? Daphne Rubin-Vega?! Annaleigh Ashford?! Joanna Gleason!!!!!)

Varie & eventuali:
-Stage doors for the looooooooose. Le barriere a cazzo, l'ensamble che esce con gli sharpie e pretende di firmarti il programma. Ma vaffanculo e scansati che non vedo se esce Kate Shindle! Poi basta un po' di matematica: escono 15 ragazzi dell'ensamble, 4 dei personaggi secondari. Quando esce Kate o chesso' io, DOVE cazzo firma che il playbill e' minuscolo e ho 19 firme arruvugliate su 25x15cm di carta?
E cmq alla fine sono i [tos]sers e Patti sono usciti, gli altri spariti, niente Laura Benanti, niente Orfeh, niente Kate Shindle (BOOOOO)
-Hanno cambiato i semafori di NYC e nessuno mi ha detto niente. Adesso invece del classico Walk/Don't Walk c'e' un omino bianco che cammina e una mano rossa. Mah. Vabbe' che sono 16 anni che non ci vado, ma almeno mandate un text, un telegramma, avvertitemi cazzo..
-L'attraversamento continuo. Fai due passi? Attraversi. Devi andare in un negozio? e' sempre dall'altro lato della Avenue. Vedi l'Empire in lontananza? Non ti far fregare, sono almeno QUINDICI streets da attraversare. E tutte sono sul rosso, ovviamente.
-Ci serviva HSBC, e l'abbiamo trovata dopo un metro. Ci serviva di fare colazione, e spuntavano Starbucks e Diners come piovesse. Volevamo [tos] e ce li siamo trovati prima a Broadway on Broadway e poi a Sirius con Seth. Abbiamo provato a chiedere Julia Murney e un golden pony, ma non si e' avverato nessuno dei due.
-La gente che aspetta alla stage door. Lelle isteriche, mamme infoiate che si lavorano i security per far avere alle loro figlie (vestite da mignotte con la borsa con chihuahua dentro e gli iphones. Le figlie, non le mamme.) una foto con la star, e OVVIAMENTE le studentesse di teatro. Che, non importa in che contesto, devono SEMPRESEMRPESEMPRE infilare la frase 'No, perche' sai, io studio teatro al college..', mettendosi automaticamente sul piano dell'attore per osmosi, tipo non lo sono ancora, ma solo perche' lo studio sono praticamente una tua parente stretta. Eccerto.
-Le stronzate abissali che si inventano ora sul catalogo duty free dell'aereo. Ma CHI si compra sta roba, seriously? Tipo il il ciondolo a cuore in argento con cristally Swarovski che si spacca in due e dentro c'e' una USB da 3GB?? E le bamboline orrende vestite da hostess piu' brutte di Tanya.
-Le enormi pubblicita' sul Nokia Theatre di una certa Julieta Venegas (echicazz'e'?)
-Gli spagnoli attempati che si presentano allo Starbucks dell'aeroporto e ordinano in spagnolo. Incazzandosi pure perche' la barista non capiva. Quasi peggio degli italiani. Solo che gli italiani non avrebbero MAI chiesto un decaffeinato da Starbucks.
-La NBC non produce magliette decenti di 30 Rock. Io volevo solo il faccione di Tina Fay stampato da qualche parte, ma rischiavo cmq che venisse scambiata per la governatrice Sarah Palin e mi linciassero come attivista repubblicana quando NYC e' letteralmente inondata di Obama qui e Obama la' (persino sul palazzo di fronte a Ground Zero, le finestre sono coperte di lettere giganti che spellano 'OBAMA FOR CHANGE'), soprattutto dopo che la Fey ha fatto tutto uno sketch al Saturday Night Live interpretando la Palin...>_< ma allora mi vuoi male..
-Il post office from hell nel Rock Center. Da film dell'orrore.
-I bracciali di Tiffany che hanno tutti, sono comunissimi, costano uno svario e sono uno status symbol come un altro e io NE VOGLIO UNO ARGHHHHHH!!!!!!! *hanf, hanf*
-La batteria della macchinetta fotografica che si scarica senza preavviso.
-Washington Sq Park praticamente un cantiere aperto. Uff. E io volevo la foto con l'arco di trionfo di Harry ti presento Sally..
-La marea di italiani sull'Empire.
-La marea di italiani OVUNQUE. E tutti che si fanno i cazzi propri, a parlare tra di loro di stronzate e di promblemi col partner e a chi va la roba che hanno comprato da Abercrombie & Fitch (media di 3 buste a persona)
-Gli scarrafoni. Ne avessi visto almeno mezzo vivo, no, erano tutti spatasciati. Credo ci sia in corso una guerra di cui pochi si accorgono.
-Manuela e i suoi problemi con le porte. (a NYC tutte le porte o sono girevoli o dall'esterno si tirano e dall'interno si spingono. Manu questi dettagli non li afferra.)
-La carta igenica fatta di carta da forno domopak. Che accoppiata col livello dell'acqua del cesso tipo piscina olimpica e il risucchio subsonico da business class di un Boeing 747, faceva dell'andare al bagno una lotta traumatica all'ultimo sangue, tipo Predator Vs Alien.
-Passare per Cortland St Station con la metro. A rallentatore. Come se l'autista volesse farti vedere la devastazione per benino, per non fartela scordare mai, mai, mai piu'. Direi che ci e' riuscito. Sembra che il 9/11 sia successo ieri, e invece sono passati 7 anni, in cui nessuno ha fatto niente e le ruspe sono ancora li' che scavano, avvolte in bandiere a stelle e strisce.
La parte piu' difficile del nostro soggiorno e' stata rimanere piu' di 5 minuti immobili per strada, a piangere di fronte ad un cantiere vuoto tappezzato di fiori legati alle transenne.

E qui finiscono le avventure nel mondo delle due mogli, almeno finche' non capiamo a chi lasciare il cane ora che YB ha il nuovo coinquilino peloso.

Nella prossima puntata:
*Gypsy, ovvero di mucche, tony awards & zia Patti viene a Londra.
*Legally Blonde, ovvero di belting, dog grooming e cori greci.
*[title of show], ovvero di amAHzingness, di sogni che diventano realta' e di 4 persone eccezionali.
*Seth Rudetsky, ovvero deconstructions, ossessioni e talento da dar via aggratis.
*[title of show], vedi sopra
*Wicked London, ovvero come alzarsi durante uno show e ANDARSENE.
*We Will Rock You cast change, ovvero ma cazzo e' l'ultima di sta tipa qua?? ma nooo...
*Notte al Trocadero, ovvero "ma dai, c'e' una sala giochi immensa qui dentro e non ci ero mai venuta????"
*NeverNeverLand, ovvero "Scott Alan CHIII???" But OMG Cassie prettyprettypretty!

Saturday, September 20, 2008

[insert dream]

[tos] ha appena postato la notice.

Sono devastata.

Posso solo ringraziare il cielo di averlo visto ben due volte.

E' tutto cosi' ingiusto.

Wednesday, September 10, 2008

Oh shit.

Apparentemente sto andando a New York. Ci vediamo quando torno, I guess...

*folgorata dalla realizzazione*

And he ripped that beast, god knows, he killed him dead, and bees made honey in the lion's head.

Abbiamo avuto una strana esperienza sensiorale andando a Eurobeat.
Show bislacco.
Suppongo che se non capisci il senso dell'Eurovision, Eurobeat faccia piu' o meno l'effetto di un cane con il mantello da Superman. Lo guardi, somatizzi, ma ti domandi: PERCHE'?

Secondo me Eurobeat un suo perche' ce l'ha. Non c'e' niente di piu' facile dell'infierire su una tradizione obsoleta e ridicola. Guardate la Gialappa's, sono anni che fondano la lora carriera su questo concetto.
Il conceto e': quando una cosa e' cosi' pietosa che dovresti solo prendere una pistola e porre fine alle sue sofferenze, tu prendi uno stecco e pokala nelle costole. Ripetutamente. Risate assicurate.

Ed e' questo che fanno ad Eurobeat. Le canzoni in gara sono atroci, come quelle vere. I costumi sono atroci, i concorrenti sono atroci, i presentatori sono atroci.
Bellissimo. Il secondo atto, la votazione via sms e il conteggio dei punti in finta eurovisione con le 10 nazioni in gara, e' pure genius.
Menzione speciale alla geniale presentatrice bosniaca Boyka (che ci ha inviato un sms il giorno dopo, LOL) vestita da rapa, il concorrente irlandese acceccato dal fumo e i geniali russi con le loro tutine argentate, che sperano vincano ogni sera perche' sono geniali..

Se avete una serata libera, buttateci un occhio. E quando all'ingresso vi appiopperanno la spilletta della vostra nazione adottiva per lo show, cercate di non prendere la Germania. Fano abbastanza schifo e vi sentirete degli idioti a doverli cheerare. (indovinate chi ha preso la Germania? *rolleyes*)

Piu' sobrio (ma manco poi tanto) e' la rivelazione Footloose. (rivelazione per me, s'intende..)
Mai capito cosa ci fosse in quel film, oltre a La Bacon, che fa andare fuori di testa la gente.
Devo dire che lo show e' decisamente meglio del film. Sara' poi che il Tour cast e' grandioso..
Simon e' finito a fare il cracker scalzo con il cervello che va avanti a criceti. Ggiodiggiacobs e' un fenomeno, che altro c'e' da dire. E' alta mezzo centimetro, ma vabbe'.
E Twinnie. Oh, Twinks. Tu e le tue mutande rosse. Che goduria vederti finalmente cantare. Che polmoni cazzo. E' incredibile che sia stata tutto sto tempo senza una battuta, questa ragazza si merita un posto da leading lady.
Come dice Simon, lo show e' estenuante, ma alla fine, all in all, great fun.
Bonus points per aver assistito a Simon che cerca di ricordarsi come e dove ha gia' incontrato Amber e l'arrampicata sugli specchi che ha fatto quando la YB gli ha detto cosa fa nella vita. Mi domando perche' fa ste domande, che si va sempre a incartare da solo..

Quindi si, adesso ce ne andiamo trotterellando a NYC. Sono pure passata al booth a salutare e mi sono beccata un sacco di bear hugs (anche da Liz, squee, di cui non sappiamo gli sviluppi bi-amorosi, dammit. Devo farmi dire i pettegolezzi dalla nostra gossip girl, Nathan.), e un paio di 'com'era New York'. Ehm, si, peccato che parto domani.
Non so come mi sono ritrovata messa giu' per tipo 10 show diversi. YB, tieniti pronta che mi sa che ci scappa un Never Forget, se ce la fai a digerirlo..

E ora, mentre faccio la valigia, mi riguardo per l'ennesima volta Cameron schiacciata tra due macchine che strilla 'I don't want to go John, listen to me! I'm ok now, I've run a test, I'm perfect now, everything is perfect, you can trust me now, I'm ok now, I'm good now..'

Potrei voler guardare questo show per Summer Glau invece che per Lena, ZOMG.

*dies*

PS: nel frattempo Manu e' in Birmingham, in un pub a gozzovigliare con Martin. Bitch.

Wednesday, August 20, 2008

Pimpin'

FYI, c'ho uno shitload di disegni aggiornati sull'altro blog. Enjoy.

Sunday, August 17, 2008

Topo di biblioteca.

Sai che stai leggendo troppo quando ti vengono i crampi all'anulare e al mignolo a forza di reggere i libri con una mano sola mentre con l'altra porti a spasso il cane, o cucini, o tenti di lavorare.

Saturday, August 16, 2008

Come with me if you want to live.

La madre di tutte le sbavature copiose e impazzamenti ormonali, aggiungerei anche.
Dio santo, che bella che e'.



(evviva la ust con la robottina!! Se non trovo la ust nel pagliaio io non son contenta, eh...XD)

Un'altra raffica di show.

22nd July, The Lion King.
Per la prima volta in un Box. Ovvero, meta' dello show me lo sono immaginato e tutto il personale del teatro e i cast members sembra avere raduni proprio dietro la porta. In piu' ti fanno scansare perche' al secondo atto deve venire una sventolare un pennuto di carta con un bastone lungo 700 metri metri. Vabbe'.
Due o tre trovate sono geniali, le maschere che si muovono sulla testa di Scar e Mufasa sono notevoli. La storia in se mi annoia un tot, come mi annoiava il cartone, e i puppeteer/iene e /Timon&Pumbaa non si potevano guardare, giusto i bambini possono godersi un tizio vestito di verde che ha incollato davanti un gigantesco suricata.
Vedere Gloria nei panni di un personaggio principale mi ha fatto un certo effetto, chi l'avrebbe mai detto che sarebbe finita a fare Nala? Devo dire che ha due bei polmoni.
L'understudy Simba aveva piu' tette di me. Ew.

29th July, Under the blue sky
Ah cosa non si fa per la Catherine Tate.
Grande. Mi fa spanciare. Tutti la accusano di fare sempre i suoi personaggi, io temo invece che i lei SIA i suoi personaggi. In questo caso la sua insegnante sessuomane ubriaca un tantinello patetica era praticamente una Nan da giovane.
Il punto della play mi sfugge, devo ammettere. 6 insegnanti schizzati e psicotici. E allora? Cioe', cosa vorrebbe dire? Mamme, attente a chi affidate i vostri figli una volta lasciati da soli in classe?
Boh.

5th August, Joseph
Ah, Jenna. Quanto sei gnocca come sexy catechista. Con quella camicettina bianca e la gonna aderente con la vita altissima e le scarpe tacco 12 di New Look.
Per non parlare del microvestitino anni 70 laminato d'oro del secondo atto.
Ogni volta ho bisongo di una doccia fredda.
L'understudy Joseph, tale Ricky Rojas, era peggio di Lewis, e ho detto tutto.
Lo show, come sempre, e' talmente osceno che e' fantastico. Non vedo l'ora di tornare.

7th August, Zorro
Ole'. Amo il flamenco. Semplicemente amo. E il fatto che qui il flamenco sia una metafora per qualunque cosa, rabbia, sesso, ribellione..ah, che goduria.
Matt e' un Diego non malaccio. Emma era quasi cute e non l'ho voluta
schiaffeggiare a morte.
La meta' inglese del cast ha sventrato la lingua spagnola, la meta' spagnola ha salvato praticamente lo show.
Belli gli effettacci, bello il fuoco (ooooohhhhhh...), belli i trucchi di magia, belli gli stunts che girano l'angolo e quando riappaiono sono Matt Rawle, bella l'americana che fa Inez (e' stata in JAG e in Kristin. Cioe', deve aver incontrato sia Catherine Bell che Cheno. Mitica), quasi belle le ballate spagnoleggianti. E quanto bel flamenco..
A tratti sembra Les Mis, con il popolo oppresso che sogna un domani libero dal nemico, , a volte Robin Hood (il film) con tanto di scena del matrimonio affrettato e il prete timoroso, e io e Manu che ci giriamo all'unisono e quotiamo da Spamalot: "Brother Menyard, skip a bit".
Ad un punto diventa Aida, con la protagonista che viene vestita per il matriomonio mentre canta del suo cuore spezzato.
L'intera vagonata di zingari sembra uscita da Il Gobbo di Notre Dame.
Ma sai che? Alla fine, mi e' piaciuto. Ci torno volentieri.

E adesso mi riposo, perche' sono stati un paio di mesi intensi.

PS: E' successo l'impensabile. Ci hanno invitato a Wicked. Incredibbole.

Monday, August 11, 2008

Happiness is a box of colour pencils.

Ho comprato dei colori e degli acquerelli della Faber-Castell che sono uno spettacolo anche solo da annusare.

Anche se in offerta mi sono costati un occhio della testa, tanto che Manu sta ancora strillando.
Se sentite un suono perforante in lontananza, e' lei che sbraita.

Sunday, August 10, 2008

Kill me now.

Osservando la variopinta popolazione di Brent Cross, si direbbe che il diavolo si diverta ad abitare i corpi dei ragazzini in eta' prescolare.

Sembra di stare nella cameretta di Linda Blair, minus il vomito verde.

Wednesday, July 30, 2008

Ah be', allora.

Ok, mi rimangio quello che ho detto su The Bill.

Nell'arco di un'ora Clare e' stata in grado di:
-farsi assegnare il caso piu' soporifero con quell'altro stordito di Arun.
-incontrare ogni inquadratura possibile con un perenne frown della bella fronte lentigginuta.
-sorridere mesta alle scempiaggini di Arun, che se non dice cazzate tenta di fare il figo.
-interrogare vittime e sospetti, tra cui un vecchietto che praticamente le ha dato della novellina incompetente e uno con una faccia da delinquente che se anche era innocente non ci credevo.
-fare la scenetta di lei scocciata perche' Arun tamburella le dita sul volante.
-trovare il modo di avere sempre ragione, sempre e comunque, seguendo le regole, essendo piu' intelligente di Arun (ci vuole poco) e risolvendo casi passando semplicemente li' per caso.
-parlare constantemente tra le labbra serrate, manco le costasse sforzo aprire la bocca quando dice una battuta.
-farsi fracicare d'acqua.
-arrestare il tipo spatasciandolo contro una macchina, fradicia, e portarlo all'HQ. Fradicia.
-fare rapporti di buon vicinato con la vittima incredula che si e' rivista portare il maltolto dalla 'novellina incompetente'.
-sopportare l'ennesima frecciatina di Arun con il suo sorrisino strafottente da Kate Monster.

Ah, prevedo grandi cose per la PC Millie Brown.

Thursday, July 24, 2008

It sucks to be you.

The Bill e' lo show piu' noioso che io abbia mai visto.
Anche il piu' cruento caso di omicidio e' una barba tale che guarda, potrei addormentarmi da un momentzzzZZZZZzzzzzzzzz.........

Puntate su puntate di noia mortale, e Clare si vede 3,2 secondi, di spalle, in full uniform, che guarda i monitor del cctv.
Exciting.

Ma Clare non poteva finire in Doc Who, o a limite Torchwood? Anche solo a fare il manichino in uno degli show di Gok Wan sarebbe stato piu' figo.

Sunday, July 13, 2008

Non si dice mai di no.

Piu' aspetto ad aggiornare e piu' mi spacca le palle dover ricordare cosa ho visto o fatto e quando. Il mio cervello cola.
E pensare che abbiamo pure il Brain Training del Doc Kawashima su Nintendo DS..
Quel maledetto giappo mi odia. Gia' io sono lenta, in piu' mi calcola gli errori anche quando scrivo il numero giusto.
Spero ad un certo punto faccia seppuku da solo e si tolga di mezzo.

Ma parliamo di Doc piu' interessanti.
E' finita un'altra era del Doc Who. Abbiamo lasciato Donna alla sua piccola vita mediocre, Jack e co. tutti a Torchwood e da qualche parte in un universo parallelo una ex chav dentuta e uno scozzese molto intelligente e piuttosto foxy con un cuore solo passano il resto della vita a fare ragazzini stupendi e a coltivare i tulipani in giardino.
And everybody lives.

Poi e' venuto un vecchietto attempato a suonare non so che cosa a Hyde Park.
Uno che si chiama tipo Eric Clapton.
E guarda caso, chi suonava prima di lui? Il nuovo fidanzato di Jennifer Aniston (che c'arimbalza e infatti abbiamo giocato a Soulcalibur allo stand della Play e scofanato un hamburger grosso come un chihuahua grasso) e la signora Crow, queen of rock'n'roll.
Che goduria immensa.

E poi, poi, poi.

Ci hanno invitato a Hairspray, che non mi fa impazzire ma aggratis non si dice mai di no.
Understudy fest, non c'era Ball, non c'era Rachael, Nicky as Amber, Doddy as FAF (per la gioia di BhMh e Marky che tentano di beccarla da 6 mesi..). Ben Ellis purtroppo, c'era. Le sue fangirl dalla sua scuola di performing arts? Pure. Tutte con un set di polmoni invidiabile. Vabbe'.
Una scusa come un'altra per fare una chiacchiera con Fem. Che scema che e'.

Poi.
Ci hanno invitato a Grease. E come dire di no. Io e la YB non diciamo MAI no.
Poteva andar veramente peggio, understudy day pure qui, non c'era il Danny del reality show, per fortuna..
Il Doody di X Factor era delizioso, la Rizzo una cagna a recitare ma che voce. Nicola Brazil e' meglio se torna ad essere muta nell'ensamble di Wicked perche' nun se regge come Sandy.

Poi ancora.
C'e' stato sto Spoonful of Stiles and Drewe all'Her Maj's, organizzato da Paul.
Siamo partite, con la YB, Luisa e Nina, pensando che stronzata sarebbe venuta fuori.
E invece, chi l'avrebbe mai detto, ci siam divertite.
Stiles e Drewe fantastici, ultra talentuosi.
Julie ha cantato due canzoni due. Oliver pure. Generalmente o da Honk! o da Just So.
James ha fatto 252803 canzoni da Peter Pan. Leanne ha rotolato sul palco per fare il semi staged del nuovo musical del dinamic duo chiamato SoHo Cinders.
Nel pubblico, una minuscola rappresentanza dei regulars, Sorry Lovely, Paul con genitori e fidanzato, Gabriel, e Clare.
Ebbene si.
Ci viene detto a fine primo atto che Clare e' negli stalls. (Nina: 'She's here, she's downstairs!', Io: 'Chi?!?' Nina: 'Who do you think?!!!', Io: *blink blink*)
Ci abbiamo provato, a incontrarla molto casualmente all'uscita. A tentare di evitarla, tante volte l'avessimo incrociata sul serio. A tentare di invetare qualcosa da dirle, just in case.
Non si e' vista.
Forse e' meglio cosi'..

Subito dopo, ci invitano a Spamalot. Cosi' ri acchiappo la YB
e ci fiondiamo.
C'e' il nuovo King Arthur da vedere, e' indiano, si chiama Sanjeev Bhaskar ed e' un genio. Andatevi a guardare i suoi show su youtube, specialmente Goodness Gracious Me.
La nuova Lady e' inguardabile quindi nemmeno ci spreco il fiato, meglio che se ne torna in Svezia a calci. E subito.
Prima di farmi piacere il secondo cast c'erano volute 7 performance, ci vorra' un po' prima di farmi digerire del tutto questo (cos'e' il 3'? Il 4'?), nel frattempo il Bedevere perde di brutto ma il nuovo Lancelot vince a mani basse. Herbert me lo devo studiare meglio e Robin e' l'understudy promosso a lead del cast passato. Patsy e' sempre lui. Galahad gagliardo.

E c'hanno invitate pure a Female of the species, una nuova commedia al Vaudeville.
Carina carina carina, ci siamo sganasciati, i 6 protagonisti veramente bravissimi e Anna Maxwell Martin for the win (la cerchia di Doc Who si stringe, vedremo la Tate e Tennant prima della fine dell'anno, mi manca giusto Billie..)
Nel pubblico Kajsa Hammarlund, come mi fa gentilmente notare Manu sgomitandomi nelle costole.

E per concludere, Cj al Landor con una play chiamata Star Power.
Non ci ha invitato nessuno, e si vede. Se c'erano 10 persone e' dire tanto. (tra cui una signorina nessuno dell'ensamble di Wicked)
La play in se non era tutto sto granche', CJ non era manco la protagonista (lo era una tizia che assomigliava vagamente a Gillian Anderson con un culo molto grosso..) e il Landor deve investire urgentemente in un sistema di areazione efficente. O aprire una cazzo di finestra.

E adesso via che si lavora fino a sabato tutto d'un fiato.

PS: Manuela e' andata a vedere Joseph senza di me. Bitch.

Saturday, July 05, 2008

Sono morta e resuscitata in mezzo minuto, nel mezzo di una baia sperduta in Norvegia.

Rose and Tenth for evah.

Monday, June 30, 2008

Nel frattempo a Paperopoli..

June 12th:
Katie alla Saint Paul's Church e' stata meno pallosa di quanto ci aspettassimo. In realta' era Chris al pianoforte che strimpellava canzoni di Noel Coward e Clair de lune, chiamando ogni tanto sul palco una tizia spaventosa che nella vita fa una mezza specie di burlesque, Shimi e Katie. Senza motivo alcuno.
Katie ha quindi cantato una noiosissima Wizard and I e due canzoni dal musical mai prodotto di Chris. Fine.
Applauso.
Chris ha cantato Dancing Through Life e lei si e' girata di scatto verso di noi col sorrisone come ti gireresti verso l'amico seduto vicino al cinema quando gli attori menzionano un tuo in joke personale.
Noi non ci siamo nemmeno girate a guardarla.
La stronza ci ha incrociate all'intervallo, parlando del tempo e 'meno male che ho portato la felpetta', e 'grazie per essere venute, lo apprezzo tanto..'
Si, si e' visto.
Tutto il mondo e' andato a salutare il pubblico a fine esibizione, tranne lei. C'era Nic Quasi Senza Kappa, e il resto non conta, giusto?
Quanto mi da al cazzo questo atteggiamento. Ma cosa cazzo me ne frega se cantano canzoni di Wicked, mi avesse mica scambiata per Sabrina e Co, che non sanno vivere senza Wicked?

June 17th:
Vabbe', visto che la mia vita gira intorno a Wicked, siamo andate a vedere Betwixt! al King's Head.
Dopo la disastrosa avventura del musical pub quiz con la YB (arrivate ultime, ma vinto vino e posters, mica bruscolini..), siamo tornate sulla scena del crimine.
Lo show mi ricorda un sacco Zanna Don't, le canzoni non erano terribili, i ragazzi nemmeno. Purtroppo veramente un bad timing con la Disney, visto che Enchanted e' praticamente la stessa storia.
Menzione speciale al nostro Maugrim di Narnia che qui fa lo stordito principe e a Abi reduce da How do you solve a problem like Maria, nei panni della testa senza corpo Miranda ("I've got no body but you"? Geniale)

June 18th:
La notte dopo, tutti a Chicago. A destra avevo Liz e gli altri colleghi, ma a sinistra il solito puzzone che russava da sveglio. Vi giuro, pensavamo si fosse addormentato, invece era vivo e vegeto. Semplicemente russava da vigile. Mettiamoci in piu' le americane dietro con i pendagli alle borse che vanno toccate ogni 10 minuti, la ragazzina davanti con le monetine sequestrate dalla madre sempre troppo tardi, e gli ushers che vanno in giro per i corridoi a zittire la gente con sonori SHUUUSHHH!!.
Incredibile.
Per il resto, nessuno particolarmente terribile, la Shaw non fa schifo ma non e' Josefina, e io sono tornata ad odiare le Roxie per amare le Velma.
Lo show funziona da solo, semplicemente perche' e' una figata immensa.

June 21st:
Cabaret nel frattempo ha chiuso. Les Mis ha fatto il cast change e non ho potuto dire addio a Cassandrina, preferendo andare a salutare i matti a Berlino.
Alistair e' eccezionale, la Cutko quasi sopportabile, la Nuttall non terribile, Becky in gran forma, Clif orrendo e fasullo.
Nei box ai lati tutti i cast members passati, il nostro Bobby, il nostro MC, la nostra Helga (che struccata fa meno paura, ma non cosi' tanto..), Kasja, la francesina, e le altre del Kit Kat Klub.
E alla fine tutti in lacrime, Becky specialmente, ma stranamente nessuno speech, nessuna curtain call speciale. Inchini, saluti con la manina, e via tutti a casa.

PS: Rose e' tornata, ha un pistolone grosso cosi' e non ha ancora visto il Dottore. Non mi sembra nemmeno troppo addolorata.

Saturday, June 28, 2008

Fox has her teeth in me

Ho tipo 5 show da recensire, ma seriously, Angelina..
Quanto cazzo sei hot? L'unica al mondo che mi fa spendere soldi per film inguardabili, ma siccome c'e' lei che mena le mani e fa roll eyes *for realz, cioe', vale la pena solo per quella scena* allora diventa un capolavoro.

Se solo la smettesse di sfornare ragazzini, sono piu' che felice di continuare a vedere film tutti uguali. Basta che si vesta di pelle e spari a casaccio. Non richiedo nemmeno che centri il bersaglio.

Saturday, June 14, 2008

We're are going down, babe.

On the other hand, ieri c'era Clare in tv.

Con la sua bella divisa da poliziotta e nemmeno una lentiggine in vista sotto i venti chili di trucco, le fossette sulle guance e i capelli ginger un po' piu' corti del solito..

La mia Clare. Quella che ti gusha addosso se indossi qualcosa di grigio e che ti slamma la pancia contro quando ti abbraccia.

Bella da starci male.



Non la vedo da 5 mesi.

Friday, June 13, 2008

Mo' bbasta.

Io mi sarei un po' stufata.

Passi Clare, passi Hannah.

Ma mi rifiuto di rimanere male per le cose che fa Katie.

Me lo autoproibisco.

E continuiamo a parlare del tempo, sorridendo educate, che e' meglio e lei va a casa contenta.

PS: plus, la sua Wizard and I e' di una noia bestiale. ZZzzzzzz.

Tuesday, June 10, 2008

It's my wedding day, and love did find me..

*June 5th*

Non ci crederete ma l'ho fatto.

Mi sono sposata.



Punto, a capo.

Carosello di arrivi e partenze, tra parentame e amici non ci ho capito piu' un cazzo.
Meno male che abbiamo affittato un bus a due piani senno' come ci spostavamo, con tutta la gente che e' venuta?
Raduno di Scoobies da record, assente solo la Kay. (non ti preoccupare donna, ti abbiamo pensata tutto il tempo. Sigh, ci sei mancata..T-T)

Colti dal delirio piu' completo abbiamo pensato bene di andare in 19 a vedere We Will Rock You. La sera del matrimonio.



Adesso mi sogno i glowsticks danzanti mentre dormo.
Ricardo sembra sempre un 50enne ma ha una cazzo di voce (sborone che non e' altro, a tenere la nota per due minuti al finalone mentre l'ensamble non vuole altro che andare a casa..), Sabrina sembra sempre che si e' cagata sotto anche se e' bravissima, Mazz ne ha dette di tutti i colori quando ha saputo che ci siamo sposate, il Pop fa sempre schifo e io lo odio e c'era una col vestito da rebel di Twinnie, come osa.

*June 6th*

Visto che gli altri insistono ad andare a Wicked (ormai sono gia' tipo al 4' da quando sono arrivati, Katie ormai li saluta di default al curtain call perche' lo sa che stanno sempre incollati a quella prima fila..) io e Valex decidiamo di andarci a fare 4 risate a 39 Steps.
Effetto assicurato, loro sono piu' scemi di noi, basta poco a farci sbellicare..
E finalmente Josefina..*_* aww, bless, quanto e' bedda? Tanto tanto. Si si.

*June 7th*

Dopo di che siamo andati a dire addio a un pezzo di storia del West End.
Wicked. (sento BhMh in lontananza che singhiozza..)
E' stata dura ma ce l'abbiamo fatta.

La matinee ci ha illuso con gli scherzi, le prese per il culo e gli ad lib, sembrava una gran festa, i principali non si sono sprecati, ma l'ensamble si e' sbizzarrito raggaurdevolmente.
Niente di eclatante, eh. A quanto pare aveva dato meglio il cast precedente..
Primo premio alle 'scimmie' appese in No Good Deed con il bikini. Valex ancora si rotola dalle risate.
Secondo premio a CJ, che ha cavalcato gli scherzi con grazia, si e' fatta prendere dalla ridarella a ALAYM e si e' pianta l'anima per tutto For Good.
Terzo premio a Katie e James che si sono scambiati la battuta del punch. LOL.
Menzione speciale alla nuova Morrible che era la mia Frau Kost in Cabaret e la fa esattamente come faceva Frau Kost, ma non per questo fa schifo.

La sera ci ha devastati, ci ha costretti a una stage door che manco ai tempi di Idina e ci fatto versare quelle due lacrimucce per un'epoca che finisce.
E avevamo posti migliori di Brian May, ecco. Non poteva stare in seconda fila con noi perche' con tutti quei capelli poi dietro non vedevano..
Tutti a piangere, Dianne che non riesce nemmeno a cantare For Good, Olli che caga riffs come se niente fosse, Kerry che scodinzola..
Se non altro siamo riuscite a parlare due minuti con Katie in santa pace visto che appene uscite Dianne e Kerry la fila disumana si e' dissolta nel vento, lasciando 15 poveri disgraziati, di cui 7 eravamo noi.
E adesso siamo la sua 'lovely people'.
I ragazzi a morirle davanti, io a tentare di non dire merdate, lei ad accarezzare l'anello nuziale gushando giuliva. Poi ha voluto vedere anche quello di Manu, sia mai fossero diversi..*roll eyes*
Ha detto che erano gorgeous, bless.
In realta' le abbiamo detto due cazzate su come era andata la cerimonia e basta, la rivediamo tra due giorni e si spera si possano scambiare due chiacchiere.
Quindi ciao Kerry, vai e growlati via la faccia per quei newyorkesi che non ti meritano.
Ciao Katie, sperando tu sia off to bigger and better things.
Ciao James, ti ho scansato come una giornata di duro lavoro ma non sei malaccio..
E finalmente un calcio nel culo anche al mago che un'altra Wonderful cosi' e mi sparavo un colpo in testa.

*June 8th*
Ad un certo punto, spuntatte il sole. E quando spuntatte, noi andattimo al parco a facere un picnic. Col pollo fritto, le pannocchie al burro e le patatine sciape.
In costume da bagno.
ora ho le spalle bruciate a morte, ma vuoi mettere?


*June 9th*

E per concludere, con gli ultimi due Scoobies sopravvissuti, un bel Les Mis lacrimevole che fa sempre un gran bene.
Io avevo il mio primo giorno a BX, nel caos piu' totale dove non funzionava niente e non abbiamo venduto manco un biglietto miserando, ma gentilmente i miei colleghi ci hanno riservato il best del best.
Il 21 cambia anche questo cast e io saro' costretta a dire addio a Cassandrina mia pretty pretty. (ma l'ho gia' detto quanto e' pretty?)
E a Drew, il Valjean aitante con gli strilletti da 12enne.
In compenso pero' ci liberiamo anche di Jo Ampill che e' ora che vada a fare di nuovo Kim, non lo so, qualunque cosa, basta che si leva di torno, e di questo Marius che ha rotto il cazzo ed e' un incapace e deve andare a morire sotto il runaway cart.
Devo assolutamente dire a Jon prima che cominci che quando dice 'oh god, is everywhere' glielo deve APRIRE quel cazzo di cappotto a Eponine, e deve fare vedere a TUTTI che le hanno tirato una schioppettata e ha sangue ovunque, cazzo!
Perche' se la copri e la impacchetti come un pitta con dentro i falafel, il pubblico non vede cosa cazzo e', che 'is everywhere', e si domanda basito: 'ma cosa stramazza a fare, sta poraccia?'
Cmq non importa. Cassandrina ha una voce della madonna ed e' pretty. Il resto affanculo.

E adesso mi hanno lasciata tutti sola e se ne sono tornati a casa.
E io piango, ecco.



PS: Jodie ha vinto I'do anything, guadagnandosi il ruolo di Nancy in Oliver che si meritava al 100%.
Non vedo l'ora di vederla, alla facciaccia di Mackintosh e il Lord che si mangiavano le mani. Pensa, il pubblico ha osato scegliere la Nancy che a loro non piaceva, scartando le due pupe che loro caldeggiavano cosi' velatamente.
Tie', cosi' te impari a fa' i reality show. Idioti.

Friday, May 30, 2008

Applausi.

Ordunque, bando alle ciance che la finale si avvicina.


Rachel a casa a calcioni, Barrowman sull'orlo della crisi di nervi, il vecchio sguazza nella sua bavetta e la Van Outen in lacrime come al solito.
Tutti al finalalone: Jessie (!!), Jodie e Sam (!!!) si batteranno all'ultimo sangue per un posto al Drury Lane.
Quanto macello, potavano andare a fare le ushers e risolvevano.

Nel frattempo, con la Yellow Bear, ci siamo viste un bel King Lear al Globe.

Non c'ero mai stata, ne valeva la pena. Ci hanno dato anche dei posti da paura.
Note to self: comprare i cuscinoni a 1£. Il tuo culo te ne sara' grato.
Produzione essenziale come tutto quello che fanno al Globe, un grande David Calder nei panni dello sfigatissimo Lear, Danny Lee Wynter bravissimo Buffone, un immenso Joseph Mydell as Gloucester e un ancora piu' bravo Trystan Gravelle as Edgar.
Un sacco di sangue, un paio di duelli, comparse nel pubblico, un paio di omicidi, un'impicaggione, una tempesta ragguardevole e alla fine muoiono tutti.
Tranne Edgar, che da caghetta diventa un figo.
Applauso.


Dopodiche' tocca al nostro Gabriel (il bf di Julie, chi altri..), che ci delizia con Dickens Unplugged al Comedy.

Praticamente come 39 Steps, piu' e' cheesy, eccentrico e sopra le righe, piu' fa ridere.
Gli attori si presentano come "la piu' grande Dickens tribute band di tutta Santa Fe".
Qualche parolaccia, qualche riferimento a musicals moderni (Oliver, Wicked..), inglesi che recitano in americano (meglio degli americani che recitano in inglese..), versioni supercorte dei libri di Dickens musicate come un concerto di Sheryl Crow.
Pazzeschi.
Pubblico in delirio (nonostante il teatro mezzo vuoto e due balconate chiuse su tre.
Ari-applauso.

Niente piu' bribes a lavoro, ma WWRY ci ha mandato la targa col vellutino. Una bella corniciona dorata con il cast recording adagiato sul velluto rosso, col la targa che dice 'Presentato in occasione del nostro 6' anno a TKTS per averci aiutato ad oltrepassare i 3.7 milioni di sterline di vendite."
Ah be'.
Applausone (visto che andiamo anche il giorno del matrimonio, potevano almeno intitolarla a me, la targa..)

Ah si, perche' appena arrivano tutti gli Scoobies non solo ci beccheremo quei 6 o 7 Wicked soliti, no. Sta botta ci facciamo anche la doppietta WWRY/Les Miz.
non ci facciamo mancare niente.

E per non farci mancare davvero niente, ci siamo anche prenotati l'ennesimo cabaret ti Katie, che sia mai ne manchiamo uno, e un Last 5 Years di Julie e Paul a ottobre, che finira' a cazzotti in faccia se non regolano un attimo la vendita dei biglietti.
Prima li vendono a caso, poi esauriscono all'improvviso, per poi diventare disponibili il giorno dopo. Mistero.
Noi ci siamo presi una bella fila M centrale, grazie alla mano lesta della Yellow Bear. Con tanto di ingresso al cast party, attenzione.

Adesso ci serve solo di metterci sedute ad un tavolino e decidere: la facciamo o no sta pazzia di andare a Sacramento a vedere Julia in Evita? Quanto ce ne pentiremo? E quanto ce ne pentiremo se non andiamo? Sara' ora che ci facciamo una vacanza, dopo due anni?

Bigger and blonder.

Ho aspettato una vita per vedere QUESTO.



Sono passati anni, ma per me non e' passato un minuto.

Fate largo, che stanno tornando. (anche se la parrucchiera ha sbagliato la tinta a Dana..)

*esplode in un tripudio di cuoricini shipper*

Saturday, May 24, 2008

Bribe away, hun!

WWRY, ieri sera.

Andare coi parenti di Lucy e' sempre uno spasso, 40 e rotte persone di ogni eta', prime due file occupate, casino, glowsticks e Mazz che ti fa l'occhiolino.
Che vuoi de' piu'??
Sabrina e' adorabile, voce incredibile, non e' Jenna ma se la cava con onore. Kinda sexy, se non fosse per la postura da cowboy che si e' cagato addosso.
Miglioratissima.
Di nuovo Jon al posto di Afonso, vocetta da gremlins e recitazione da asilo, ma come voce ci sta. Uguale a l'anno scorso. Peter mi e' mancato tantissimo.
Mazz e' Mazz.
Le ragazze ci hanno voluto fare la foto insieme, e lei ha pullato una Hannah dicendo 'oddio no, sono orribile stasera..' per poi chiedere tutta ansiosa 'Com'e' venuta?? Se e' venuta male non osate metterla su internet, giurate!'.
Ah, Mazz.
Alex e' un genio, come la fa lui Seven Seas of Rye, non la fa nessuno.
Il disgustoso Pop e' ancora disgustoso. E vecchio. E incapace. E lo odio.
Britney Spears e' diventato Victoria Beckham, con nostro sommo orrore, e Lain se la cava con onore. Meat e' ancora Meat, quando invece e' ora che diventi Ozzie. La piccola Lucy e' la peggio Meat della storia, ma non ci si puo' far molto. Non peggio di Rebecca, anyway. Quanto meno, e' la prima Meat che finalmente si dispera quando le muore il fidanzato davanti. OTTIMA reazione, devastata al punto giusto. E' solo un attimo prima del curtain per la fine del primo atto, una scena di pochi secondi, ma mi ha sempre dato fastidio che le Meat (e ne ho viste 4 diverse) rimanessero come stoccafissi a guardare Brit (o Vic) morire. Ovviamente non e' nemmeno lontanamente comparabile a Woodsie, ne' vocalmente, ne' come interpretazione. E il finto accento di Leeds has to go. NOW.
Marianne e' ancora penosa come rebel, ma per il resto e' niiiice, non vedo l'ora di vederla come Killer Queen.
Ovviamente, senza Twinnie l'ensamble non e' as fun.
E mi e' mancato il Dominion, l'enorme, immenso, rosso sangue Dominion, con quella nebbia d'umido prima dell'inizio, gli immensi box ai lati che sembrano scialuppe di salvataggio, le poltrone sfilacciate, il tappeto smangiato, la tenda con lo stemma dei Queen slavato via e le mastodontiche casse appese al soffitto...
Ah, cosa non mi fa sto show.
Anche se non sono nel mood, arrivo al curtain call headbanging e airguitaring come se non ci fosse un domani.

Pero' invece domani arriva, e a lavoro ci vai devastata, mentre Nina, Amber e Manu se la ronfano a casa col cane.

Ancora bribes, tra l'altro.
Stavolta quelli di Eurobeat The Musical che ci deliziano con una confezione gigante di Chupa Chups, fischietti e nacchere per fare casino in platea, bandierine di varie nazioni e una borsa da spesa rosa shocking.

Li amo. Vincono su tutti, finora.



PS: LOL all'apparizione di Sorry Lovely e Niamh al negozio di Manu oggi bombardate dagli estasiati ragazzini della festa di compleanno delle 2pm. Hanno fatto un orso da £8 vestito da hula con occhiali da aviatore e l'hanno chiamato Dave. Mah.

PPS: ieri in giro per Soho con Amber e Nina mi domandavo..perche' quando cammini per strada in un quartiere gay come questo ti vedi arrivare delle ragazze e le riconosci a un miglio di distanza: 'Ecco le lesbiche..'.
E sono tutte uguali, capello corto sopra/lungo sotto, o direttamente corto, senza trucco, vestiti da maschio, qualche borchia qua e la'.
E' uno statement? Del tipo: non mi nascondo e ne vado fiera, quindi mi rapo e frego i vestiti a mio fratello? Eppure so per certo che sti locali vengono frequentati anche da femmes, da etero, da non-piu'-pischelle, da incerte e bicuriose, perche' io vedo solo butch scazzate?
Boh.

PPPS: C'e' una buzzicona americana che mi batte i pezzi perche' avevo la maglietta di Debbie Harry e lei sostiene di averla baciata in bocca una volta. Mi viene a cercare al booth indossando anche lei magliette dei Blondie.
I miei colleghi mi nascondono, se la vedete, io non sono mai stata qui.

Thursday, May 22, 2008

E' stata una settimana intensa.

Breve riassunto.
May 12th, Marguerite

Non posso dire che mi abbia fatto scoppiare una coronaria, ma ci puo' stare. Bello drammaticone, Ruthie impeccabile, un sacco di gente familiare nell'ensamble (Lucy da ILYB, Siubhan da Rock You, il pelato che non sa cantare amico di Paul, Annalene che sembra uscita or ora dagli anni '30), lui dimenticabile.
Uguale alla Traviata, spiccicato. Solo che lei invece di morire di pietosa tisi, viene massacrata di botte dai festaioli che il giorno prima brindavano con lei.
Due o tre belle pensate, problemi col palco rotante che hanno interrotto lo show a 10 minuti dalla fine del primo atto, intervallo punteggiato da martellamenti dietro la curtain per tentare di riparare il danno.
Musiche discrete, niente da strapparsi i capelli, Ruthie vince su tutti.
Proprio perche' si fa malmenare, strapazzare, denudare. Senza trattenersi, 100% reale e fisica. Ottima.

May 13th, Chess

Gia' io amo sto musical, poi mi metti meta' del cast dell'Actor Fund e io muoio.
Peccato che l'acustica della RAH fosse da prenderli a baionettate, ma che tocca fa'.
Hanno voluto a tutti i costi mettere pezzi da tutte le versioni possibili di Chess, comprese quelle inutili. Risultato: 3 ore di show.
Il pomeriggio stesso a lavoro mi presentano sto Damien, che e' nel coro. Gli prometto che lo cerco. Ingenua. Non l'avrei riconosciuto manco se fosse stato vestito di fucsia in mezzo a quel mare di magliette bianche.
Kerry brillava come una stella su quel palco, sono molto orgogliosa.
Groban assoluto, dopo Anthem tutti in piedi come un sol uomo. Impressing.
Bedella secondo me doveva fare l'arbitro, ma capisco la scelta del casting.
Idina se cantava in aramaico era uguale, pare abbia avuto un momento da diva e non abbia permesso di aggiustarle l'audio. Il risultato e' stato? Una marea di suoni incomprensibili, ma chettefrega, e' EYEdina, strilla talmente tanto che chi vuoi che se ne accorga..Soprattutto quando e' impegnata a mettersi le mani in tasca per 3/4 dello show. Giuro.
Gli altri meh.
Io terrei Kerry, che fa una Svetlana molto cazzuta e per niente rassegnata, e metterei Julia/Florence.
Non c'e' nessun'altra Florence Vassey per me. Almeno non si mette le mani in tasca.
Nell'ensamble avevamo poi gente varia, qualcuno da Wicked, Debbie Kurup con gli occhiali da sole (LOL), Jon in bermudini. Carino.
Abbiamo osato avvicinarci alla stage door solo per dirgli ciao, c'era Giles che lo aspettava e anche Yanle che e' sgusciata via ad un certo punto. E' stato carino, come sempre, bless him. Era contento che non avessimo visto la sera prima perche', a detta sua, era venuta meglio la seconda. Se lo dice lui. E poi abbiamo gushato sull'organo. Ah, l'organo del RAH. Che esperienza.
Incontriamo anche Felix, che e' il solito cinesino adorabile di sempre e non lo vedevo dal cast change di Q.
A parlare con Petra la' fuori abbiamo perso anche l'ultima metro. Tonne che non siamo altro.
Menzione speciale all'orripilante megaschermo con sequenze digitali degli scacchi che combattono, ridenti cartoline di Merano, oscene foto segnaletiche di Groban e un filmato imbarazzante di Kerry con colbacco che fa ciao ciao con due bambini biondi. Anch'essi col colbacco. Seriously. L'unica bella pensata e' stato l'effetto karaoke in Merano, altrimenti non si sarebbe capito una ceppa e be', la canzone va sentita bene.
C'e' gente che mi dice 'La trama e' troppo complicata'.
Voglio dire..tutte ste stupidaggini on screen distraggono un po' troppo, se non si riesce a capire una trama cosi' elementare.
Ancora un grazie alla YB che ha preso dei posti favolosi. Mwah.


May 14th, 39 Steps

Ovviamente proprio quel giorno Joesefina decide di prenderselo off, e ci costringe all'understudy.
Tutti bravissimi, per carita', ma io volevo Josefina piccina piccio'..
Lo rivedo volentieri, per altro. E ci devo portare la Scoobie Gang il prima possibile.
Lo vedo troppo bene in italiano, fatto da Aldo, Giovanni e Giacomo e Marina Massironi. Verrebbe da paura.
Adorabile e super funny.

Fatto in tempo a vedere tutto sto ben de dio, che mi chiamano dall'Italia per dirmi che nonna Flora non ce l'ha fatta. Il giorno del compleanno di mio fratello.
Anche nonno mori' di maggio, nonna l'ha sempre odiato 'sto mese. E mia madre le ha fatto due nipoti tutti e due di maggio.
Tempo di vestirmi ed ero gia' in aereo. A lavoro sono stati tutti carini.
Sono andata, la mattina abbiamo fatto quello che dovevamo fare, il tempo di salutare i parenti venuti da ogni dove e sono tornata, la sera stessa.
Mi rendo conto di essere stata un po' delirante per qualche ora, ma mi sono ripresa.

Che altro vi siete persi..ah, le Nancies.

Fuori Ashley e Niamh. Il pubblico odia Rachel, e' evidente, quindi la manderanno via prima o poi. Rimarranno le ragazze mai andate al sing off, Jodie, Jessie e Sam.
Probabilmente, una volta data la scelta a quel farlocco del Lord, eleggera' Sam, sulle basi che le altre due non gli sconfinferano.
La Sam ha 17 anni, come stunt pubblicitario non e' male. Il signor Mackintosh fara' un sacco di soldi e via, tutti a casa contenti.

A lavoro invece e' tempo di bribes. Quelli di Never Forget si sono presentati con una scatola da 24 di Krispy Kreams. We Will Rock You ci ha portato delle orrende cupcakes arancioni per il loro 6' compleanno. Zorro ci ha deliziati con un cesto di leccornie (disgustose) spagnole con tanto di mascherine e cappello nero. Ole'.

Ieri, per il mio compleanno, mi sono concessa un bel laptop tutto shiny e sleek.
Vediamo quanto ci metto a scassarlo.


Varie ed eventuali:
Manu ha incontrato zio Martin, che ancora una volta non ci dice che dobbiamo fare per avere i biglietti per Mary Poppins, vabbe'.
Oggi le e' entrato Jon in negozio. Lei era al telefono, lui ha salutato con la manina, Manu ha salutato back. Intenso.
L'altro giorno guardando Evita mi stavo per far uscire l'acqua dal naso: c'era Billie Piper, eta' apparente 13 anni, denti sporgenti e sopracciglioni come sempre.
Ci hanno reinvitato a Gone with the Wind e io, stoica, ci ritorno.
Tra poco apriamo a Brent Cross e non ci voglio andare, mi diverto troppo al booth.
Amber e Nina ci piombano a casa domani per Rock You, non si sa dove ce le mettiamo.
Il matrimonio si avvicina, e io sempre piu' preoccupata.

Tuesday, May 06, 2008

One ring to bore them all.

Dove eravamo rimasti...

Ah si, Lord of the rings.
Si può riassumere in un concetto: UN SACCO DI SOLDI.
Non ho idea di quanto jè costato 'sto scherzetto, ma una cifra di sicuro.
E il palco rotante a sezioni concentriche che si elevano, e i costumi, e gli acrobati, e gli effetti, le proiezioni, i coriandoli, il fumo (minchia quanto fumo..), le luci, e i rami che inglobano 3/4 del Drury Lane..
Peccato poi la qualità recitativa.
Abbiamo quindi un Aragorn francese con la voce da Mr Bean, Gandalf che recita solo col dito puntato e strilla a random facendoti saltare sulla sedia, Saruman simil Imperatore Ming di Flash, gli Ent che sembravano i Knights who say Ni, con tanto di barba, bastone e trampoli, Elrond uscito da Star Trek serie classica, Boromir di Blackpool, e 4 hobbit con la vocina da chipmunks.
Aggiungiamoci pure che gli elfi sono diventati dei sordomuti mezzi imparentati con quaglie e uccelli vari che gesticolano così esageratamente che manco le assistenti di volo più entusiastiche, la storia tagliata con la motosega, le zeppe di tutti gli attori che è vero che li fanno sembrare più alti degli hobbit ma sembra anche che si siano cagati tutti sotto, e la durata mostruosa di tre ore più curtain call. ZZZZZZZzzzzzzz.
Che non è tanto se pensi che Wicked dura 2h e 50, ma questo, signori e signore della giuria, non è Wicked.
Si salvano la understudy Galadriel col cognome sloveno e la voce più incredibile che abbia mai sentito, gli sbalorditivi ragazzi dell'ensemble che saltano per ogni dove e fanno cagare sotto quando scendono tra il pubblico vestiti da orchi e ti growlano addosso, e gli hobbit nel pre show che acchiappano lucciole in platea con retini giganti mandando i bambini in visibilio.

Per la serie, meno male che non ho pagato una lira. In compenso, audience perfetta, nessuno ha fiatato o tossito o parlato. Era ora.

Intanto a Topolinia..



Ebbene si, l'atroce show è giunto lì dove nessuno vorrebbe mai andare, e in fondo perchè mai prendersi il disturbo.
Rachel ultimissima, e con Sorry Lovely al sing off.
Incredibile ma vero. Qua rischia che ci vince Jessie.
Fatto sta che Sorry Lovely, appena eletta dagli Oliver come loro preferita, va casa. Speriamo non di nuovo a vendere l'Evening Standard.
Ormai al delirio più completo, Barrowman prima inonda Jodie di complimenti e poi decreta: you are not my Nancy. Ovvio, no?
La Van Outen in lacrime dopo le esibizioni, con le guance rigate, sguardo afflitto e tutto.
Il bavoso ad ogni stacco di coscia rischia l'attacco coronarico.
Il Lord è a tanto così da riadattare il musical, eliminare Fagin, Dodger e Sykes e fare un solo Oliver e 6 o 7 Nancy.
Perchè no, ci può stare. In fondo sta scrivendo Il Fantasma dell'Opera 2, che altro può succedere..
Ah, tanto per la cronaca: sappiate che hanno rinominato l'Isola di Man, che sarà ora conosciuta come Isola di Sam.
Il brutto è che non sto scherzando.
Sarà contenta Hannah, che ha la mamma di lì e porta con orgoglio il simbolo dell'isola al collo. (vi ricordate? Quello che avevo scambiato per una trinacria?)
In più, un altro Oliverino passa alla finale. Uno a caso, fate voi. Tanto non interessa a nessuno.

E per concludere il week end delizioso passato in compagnia dei BIB a marciare per Londra che a noi la Compagnia dell'Anello ce fa 'na pippa (ammazza se è grosso Hyde Park..), 3 giornate di sole stupende e saccheggio nuziale: abbiamo le scarpe e le borse, yay.

Adesso ci tocca solo ordinare più cibo perchè la gente si autoinvita e decidere che show vedere la sera. Manca un mese, y'all!

PS: Joseph non c'era proprio, a Lord of the rings. Mi sono ricordata ora che andava a fare la crociera per sfigati con la sua fag hag.

PS: Dude, Rose sta arrivando. Ci siamo quasi. Potrei esplodere.

PPS: Mi comincio a rendere conto che, a parte l'evento narniano del passato inverno, questo sarà un anno senza Clare. And I don't like how that makes me feel.

Tuesday, April 29, 2008

Let's rock.

Questa domenica, invece di passarla a sbavare sul cuscino in coma semivigile, abbiamo avuto West End Rocks.

Club buco a Soho, Theatrecares in versione casual, soliti noti tra il pubblico, regulars in faida interna che non si parlano tra loro, Mischa che torna a sorpresa dalla Svezia, Olli ubriaco ('Ma vi giuro che non sono ubriaco!' *rutto clamoroso, Francyne è diventata bionda per un attimo*), Rebecca che finalmente spiana i muri invece di fare tappezzeria muta a Dirty Dancing, Jon coi capelli da Tennant alle chitarre elettriche è bravissimo, Paul e il suo amico scrivono delle canzoni esilaranti (tipo 'I'm the only gay eskimo'), CJ che era l'unica che sembrava divertirsi davvero e ha steso Manu con un 'Ma come stai, è una vita che non ti vedo!!'
Per la cronaca Manu è ancora al Madame Jo Jo's a blaterare una risposta.

Simon & Fem fanno finta di non vederci per tutta la sera, fino all'inevitabile scontro nello svacco post show tra l'ultimo drink e le pacche sulle spalle ai performer, mentre guardi come ti sono venute le foto.
Parte quindi il solito circo di 'Ciaaaao, come staaaaai....' e 'Ma come ti sta bene la frangetta...'
Falsa come Giuda.
Manu mi guarda strana e fa 'Hai toccato i capelli a Fem.'
Embè, che è, d'oro? E' sacra? I don't think so.

Aspettiamo 500 anni che Jon si dia l'ennesimo ultimo abbraccio con amici e parentado vario, con Si & Fem, con Olli, con Rebecca, con CJ, col mondo intero.
Pensiamo sia carino salutarlo con un 'congratulazioni per il fidanzamento'.
Invece andiamo lì, lui allarga le braccia e fa: 'Congratulazioni per il fidanzamento!'

Congratulazioni un cazzo. Cioè, io l'ho detto a Simon, a Fem, a Clare, ma a lui no.
Cioè, questi parlano di noi, tra di loro. Creepy.
Quasi quanto io che stalko Twinnie. Chissà che si dicono.
'Aò, lo sai che le due lesbicacce si sposano?'. Mah.

Nel frattempo altro puntatone mozzafiato del circo delle Nancy.



Solita sbobba, due o tre brave il resto a calci in culo a casa.
La scazzottata finale non l'ho manco vista, vi basti sapere che c'è giustizia a sto mondo ma non troppo, in quanto la mortifera Niamh se l'è dovuta vedere con l'inespressiva Keisha.
Ovviamente sti bavosi del panel (Denise inclusa) e il viscidaccio Lord hanno visto una quasi minorenne senza talento e con la gonna corta e non c'hanno capito più un cazzo.
Salvata Niamh, l'inespressiva Keisha va a casa tra le solite lacrime (immagino), ma sempre con una sola espressione.
Jodie se continua così vince a mani basse, sono sempre più convinta che la lotta sarà tra lei e Rachel.

On another note, buon compleanno zio Ben e zio Jerry, e grazie per il gelato gratis. Peccato che avevo solo mezz'ora di pausa e sono riuscita a fare la fila solo due volte, ma almeno ho preso i miei preferiti (Chocolate Fudge Brownie e Chunky Monkey. Gnàmme). Altri 30 di questi giorni!

E domani si va (aggratis) a caccia di orchi nella Terra di Mezzo, visto che il mio capo è un genio e io lo amo. Ecco.
Ignorando però Joseph perchè si è privatizzato il Facebook e mi ha defriendato, quindi vaffanculo.

Thursday, April 24, 2008

Inutilità varie (nell'angolo o meno)

Ok, velocemente:

Dirty Dancing lo saltiamo a piè pari, si? Non volete che vi dica l'orrore che è stato quello show, quegli 'attori', quelle canzoni registrate, l'orrore che è stato quel pubblico di scalmanati che ululavano per il petto perennemente nudo e glabro del protagonista e per la fatidica frase 'Nessuno mette Baby in un angolo'.
Mettiamocelo tutto, sto show, in un angolo. Faccia al muro e testa bassa.
E lasciamocelo. Per molto, MOLTO tempo.

I'd Do Anything prosegue scoppiettante, dopo l'ennesimo sperticarsi del panel e il blaterare a vanvera di ALW (in diretta da Las Vegas, evidentemente saturo di Martini. Senza olive, sennò prendono spazio) e l'ennesima prova settimanale inutile (cantare I'm not that girl di fronte al pubblico pagante di una matinee di Wicked, le squinzie a cagarsi in mano sul palco e la gente nel pubblico praticamente incatenata alle sedie. Bonus point per Kerry che è cuuuuute e quindi vince a prescindere.) le due mandate a calci al sing off sono la rossa Ashley, smerdata a più riprese dal Lord, e la povera Franceschina, osannata dal panel dopo una partenza non proprio entusiasmante.

Cantano Whistle down the wind (zzzzz..) e, colpo di scena! Il Lord, apparentemente alticcio, decide improvvisamente di cambiare idea e salva Ashley, mandando a casa la tenera Fran.
Che da una parte, devo dir la verità, è forse meglio.
Già una così non avrebbe dovuto stare in questo circo, a prescindere.
Speriamo che la fama del reality non le si attacchi addosso e di vederla presto in qualche show cazzuto nel West End, dov'è giusto che stia.

Nel frattempo la vostra eroina (sarei io) comincia la sua seconda intessissima settimana a lavoro:
Lunedì: off.
Martedì: off.
Mercoledì: giorno intero.
Giovedì: matinee, a casa alle 3pm.
Venerdì: addestramento da manager (guardare e nullafàcere per 10h)
Sabato: matinee e sostituzione per le pause pranzo, a casa alle 5pm.
Domenica: off.

Ah, che dura la vita.

PS: Manu è in Italia e io sono sola e abbandonata (col cane).
Aiuta avere una collega canadese dai capelli rossi a dir poco gorgeous.
Ma io ancora sola e abbandonata.
Uff.

PPS: Ieri al ristorante di fronte al booth si è seduto Paul con due tizi. As in, Paul di Clare. Tempo che ho trovato il coraggio di chiedere il permesso e andare a salutarlo, ha pagato e se ne è andato. Non mi pareva carino corrergli dietro.
Dammit.

Saturday, April 19, 2008

Ok, oggi bambini parliamo di come si fa un musical per stupidi: Gone with the Wind.

Basta mettere in bocca agli attori le frasi esatte delle azioni svolte in scena, affinchè anche l'ultimo idiota nel circle capisca cosa sta succedendo.



Allora, siamo in 6, tra cui il mio boss e la collega della Repubblica Ceca che non ho capito come l'abbiano assunta visto che non ha idea di quale produzione è in quale teatro e dov'è il teatro (praticamente la metà del lavoro che facciamo al TKTS).
Essendo gratis mi aspettavo postacci di merda, invece siamo in prima fila.

Il palco è immenso e circolare, per quanto si sforzino però l'azione è sempre e solo rivolta a noi del blocco di mezzo.
Dire che siamo davanti al palco è riduttivo. Il palco finisce SOPRA le tue ginocchia. Durante l'intervallo ci abbiamo appoggiato gelati e programmi e ci siamo sdraiati sopra tipo sul banco a scuola.
Ogni passaggio di gonne femminili scatenava una brezza molto apprezzabile, a volte la vicinanza è però fastidiosa, soprattutto quando Darius/Rhett mangia la faccia a Jill/Scarlett a mezzo metro esatto dal tuo naso.
La casa/portico centrale ruota di 360°, diventando di lato in lato Tara, le 12 Quercie, Atlanta, casa di Melanie, casa di Rhett e Scarlett, il Saloon, un botteghino di giornali.
Ai lati, vengono fatti slidare rumorose piattaforme che aggiungono stanze alla casa/portico centrale, tipo la stanza dove Scarlett trova le tende verdi per farsi il vestito, la cameretta di Bonnie, la stanza dove partorisce Melanie, la stalla dove Ashley taglia la legna, la prigione dov'è rinchiuso Rhett.

Dal palco tondo, ai due lati della nostra piccola fila di 6/7 posti, scendono giù due pedane che si incontrano nel mezzo degli stalls, formando un altro cerchio in mezzo alla platea dove i soldati partono per la guerra, dove le donne di Atlanta vanno via scandalizzate dal comportamento di Scarlett, dove Melanie e Ashley si rivedono dopo Gettisburg.
In alto, nel circle, due braccia di palco permettono ai personaggi morti di raccontarti cosa stai vedendo, perchè sei stupido e hai bisogno che te lo dicano. I parenti lontani leggono a voce alta quello che in scena i personaggi trovano scritto nelle lettere, le donne e i soldati commentano il tempo e le stagioni recitando come un brutto Shakespeare ('Era un aprile caldo, e il sole brillava su Tara!'. Giuro), il vecchio O'Hara fa battute poco spiritose su quanti soldi ha perso al gioco.
A destra in alto un albero fatto di fucili, tutto intorno poster innegianti al glorioso sud o alla liberazione degli schiavi.

Con queste premesse, partono quindi tre ore e mezza di schiavi neri della piantagione che sentono il bisogno di dirti ogni cazzo che va in scena.
Voglio dire, se Scarlett arriva correndo, mima il gesto di chiudersi a chiave in una stanza e legge a voce alta una lettera presa da uno scrigno, non ho bisgno di una nanerottola di colore che mi dice 'Scarlett corse nella stanza, chiuse la porta a chiave, prese la lettera e la lesse'.
Sono cretina, ma non COSI' tanto.

Tutto così. L'ensamble si affolla urlando viva le truppe e baciandosi a vicenda? bè, i tizi dell'ensamble devono dire, mentre lo fanno 'I cittadini di Atlanta si affollano nelle strade inneggiando alle truppe!' e 'Le donne si baciano e si abbracciano!'.
Scarlett mette i piedi in una tinozza dopo una dura giornata nei campi di Tara quando sente arrivare il soldato nordista che la vuole derubare? La nera di turno, ai bordi della scena, deve dire 'Scarlett mette i piedi nella tinozza dopo una dura giornata nei campi, quando sente un rumore..'
E poi gli schiavi di Tara, che ad ogni 'ciao, noi andiamo a *inserisci posto a caso*', tutti insieme si radunano sotto il portico e si sbracciano dicendo un flebile 'Byyyyyeeee...'. Alla terza volta il pubblico rideva per compassione.
Tutto. Così.
Roba inutile che va solo buttata al cesso, anche solo per evitare la faticaccia che fanno sti poracci in scena.

In più l'aggiunta di dialoghi a prova di deficente simil tenelovela del Trio Solenghi/Marchesini/Lopez, mancavano giusto il 'vuoi bere qualcosa, Pedro? Bevi qualcosa, Pedro!'.
Del tipo: 'Figlia, te l'ho già detto e te lo ripeto: *inserisci dettaglio che il pubblico non sapeva*' 'Lo so madre che *inserisci dettaglio che ti è appena stato detto e quindi adesso lo sai*', o 'abbiamo incontrato un predicatore, e diceva cose sagge.' 'dicci, cosa ti ha detto il predicatore?' 'il predicatore ha detto che dobbiamo essere tutti fratelli' *parte canzone sulla fratellanza che non c'entra una mazza con Via Col Vento*

Si perchè di musical trattasi, e quindi il tutto è inframezzato da canzoni assolutamente inutili e pronte da tagliare e mandare al macero. Nessuna memorabile (e dico NESSUNA), due o tre numeri fatti dagli schiavi incredibilmente inutili e strappa pplausi, più adatti al Colore Viola forse..

Tre colleghi, tra cui il capo, se ne vanno a fine primo atto.

Io, Richard e la collega rimaniamo, imperterriti.
A metà del secondo atto se lo ricordano anche loro in scena che questo, in realtà, sarebbe un musical, quindi partono numeri coreografati (finalmente, dopo 3 ore..), e un ritmo serrato di canzone/due battute/canzone/tre battute/canzone.
Arriviamo stremati alla fine, e questi vogliono pure che battiamo le mani a ritmo dell'inopportuno gospel al curtain call (ah, non c'è ovviamente curtain. Gli attori entrano in scena al primo atto salutandosi e facendosi gesti come colleghi che entrano in ufficio dopo il week end a casa, e se ne vanno come niente fosse).

Persino il recorder si è rifiutato di registrare, ed è morto dopo 2h e 42 minuti.

Ora, a parte gli stupendi costumi (si vede che ci hanno speso due soldi, hanno risparmiato in compositori..), qualche idea brillante di messa in scena, gli adorabili bimbi che fanno i figli di Scarlett, qualche ottimo membro dell'ensamble e l'aitante Darius/Rhett, l'unica cosa che varrebbe 60 sterle di biglietto è lei, Jill Paice.
Magari l'avrete vista in Woman in White, se siete fortunati l'avrete vista in Curtains.

Instancabile, eterea e terrena al tempo stesso, bellissima nella parrucca bruna e riccioluta di Scarlett, occhi verdi e fossette sulle guance, perfetta. Cantante non sbalorditiva, ma costante, ottima nell'operatic e combattiva nei pezzi più contemporanei. Attrice eccezionale, macina palco e canzoni senza perdere il ritmo nemmeno per un secondo.
Ha il viso da elfo e il punto vita di una fottutissima vespa.
Ti fa venire voglia di bitchslapparla quando è la petulante Scarlett a 17 anni, ti fa venire voglia di salire sul palco a dare una mano alla piantagione quando è sola a mandare avanti una famiglia nel mezzo di una guerra.
Rhett/Darius la smanazza, la shakera, la tira su come fosse di pezza, le mangia via la faccia quando la deve baciare.
Lei si fa gli ultimi 15 minuti di show con la faccia devastata dalle lacrime e dai singhiozzi, e arriva agli inchini perfetta e sorridente.

Un posticino nel mio cuore, con su scritto 'riservato'.

Oggi ho sentito uno dei colleghi che ha dato forfait al primo atto, ha detto 'si, me ne sono andato perchè era orribile, mal recitato, mal scritto..sai, io scrivo musicals, quindi sono molto picky su quello che vedo..'
...
....
.....
Ah, bè, allora. Lavoro con Boublil e non lo sapevo.

Ora ho 3 giorni off, siamo andate in esplorazione del luogo dove terremo il ricevimento ed era chiuso, mia nonna peggiora in ospedale, settimana prossimo comincio l'addestramento da manager e io non so che fare.
Si accettano suggerimenti.