Wednesday, May 09, 2007

Avoja

Insomma devo tornà in Italia.
Quanto nun me và.

Spendere i soldi, smazzarmi da/per l'aeroporto, e prendi il Terravision, no prendi lo Stansted Express, e arriva 800 ore prima per pijà er posto, e alzati all'alba per prendere il volo cheap del mattino, e chi mi viene a prendere a Roma, e fa il giro della città a salutare zii, parenti, cugini, nonni, trisavori e colleghi, e prenota l'aereo, e porta su il cane, e imbarcalo, e arriva sana e salva a Gatwick, e prega iddio che non mi facciano storie e che tutta sta tarantella del trasporto canino FINISCA, una volta per tutte.

Insomma.

Io che penso a cosa vedere prima, se Spamalot per la seconda volta o andare a vedere finalmente Chicago, e sulla capoccia ho sta nuvola del ragioniere del rientro a casa.
Sò 4/5 giorni, ma pesaaaaaaanti.

Vabbè.

Nel frattempo Night of 1000 Voices/Avenue Q uno di seguito all'altro (il primo con Debra, Mischa, Shannon e Christina, il secondo con Bettina e Alkistis), e ovviamente Clare mi è sfuggita da sotto al naso entrambe le volte.
Ieri è proprio scappata a razzo, raso muro al Coward, da tutt'altra parte. Il tempo per Alki di dire 'Ma quella non è la tua amica Clare..'
Chissà dove cazzo andava.

Domenica (ommioddio, little black dress, tacco 12 e calze a rete..svengo) prima al cellulare ('Kieran, 'ndò cazzo stai??', probabilmente), poi due tipe di Witches of Oz che la accalappiano (grrr..), poi eccoti Kieran, via agli sbaciucchiamenti e ai sorrisoni, ci rinuncio, alzo bandiera bianca.
Il tutto cercando disperatamente di non incrociare lo sguardo di Simon che nel frattempo avrà fumato 8 pacchetti di sigarette.
Chenmefrega, io sto qui ad aspettare Joel Grey, mica bruscolini..
E ovviamente chi è l'unico coglionazzo che mi viene a chiedere 'hey, are you alright?'??
Simon, ovvio.
Sto bene, sto bene, cancro ambulante, ho il cuore a pezzi ma sto bene.

IO: 'Anyway, you guys and Joel Grey on the same stage, that must've been amazing..'
SIMON: 'Yeah, The dude is a fucking legend!'

...

Sono esterrefatta dall'espressività sintattico/grammaticale del tuo idioma nativo, caro il mio minchiazzone in tuxedo nero e Marlboro Light tra le dita.

Ma va bene.

Oggi abbiamo parlato con Clare, e tutto è roseo e fatato nel mondo.
'Vado di corsa, vado di corsa' e poi i suoi soliti racconti assurdi per 10 minuti.
Cazzi vari di casa sua, ormai soprannominata la fabbrica di San Peter per via dei lavori infiniti (Manu: 'Ma casa nuova è ENORME?!, LEI: 'no, è TINY, è questa la cosa ridicola..') l'idraulico che deve venire a giorni, domani le montano il gas, il cast change e il warning *con tanto di imitazione* che la vedremo piangere, i commenti sulla maglietta di We Will Rock You di Manu, la performance di domenica sera e la sua volontà di fare il secondo numero in uniforme da Ave Q invece del vestito formale (STAISCHERZANDOVERO??), sul quanto è stanca (miiii, quanto è paaaallida..) e su quanto è incasinata sto periodo e ommioddio quante lentiggini ha, gliele bacerei una a una..

Insomma.
Ce la posso fare.
Mi drogo di Clare, vado, acchiappo il cane, torno in tempo per i cast change e poi mi piango l'anima per due settimane perchè non vedrò più la mia Clarey e sarò devastata.
Si si.
Ce la faccio.

...

Avoja.

4 comments:

Anonymous said...

Dai Chià, lo sai che sono fiduciosa, ce la puoi fare ad andare a prendere il cane.. si può fare! ^_^

E non prendere la Terravision ma i pullman della compagnia nazionale, che costa un briciolo di più ma c'è a tutte le ore.. ed è meglio! ;)

BhMh

Anonymous said...

miii checcasino..ma poi sarai contenta col tuo cagnolino, guarda il lato positivo :)
anyway mi hanno hackerato l'account di ICQ damn.
ti riaggiungo appena ne faccio uno nuovo

clau

Ganimeda said...

Ahahahahah!
Il rimpatrio sarà più traumatico per il cagnolino, temo... : )

Nerwen said...

Grazie BhMh, ma a quanto pare adesso mi serve il Gatwick Express, non vado più a Stansted...-_-' che palle...

Clau: si m'ero accorta che c'era qualcosa che non andava..^^'

Ganimeda: me sa tanto de si..speramo bene, va..