Thursday, May 24, 2007

Pimpage!

Tò Valè, ecco il cellulare nuovo di pacca (un'orgia di rosa, ma stranamente ne sono ipnotizzata.)



E tanto per pimpare un pò di foto...



That's me.
And that's Elaine Paige. THE Elaine Paige.
Proprio quella lì, Grizabella, Cats, Evita e compagnia bella.
Quella.



And that's me.
With Bob Martin.
The Man in Chair. Quello che ha scritto e interpretato Drowsy Chaperone.
Praticamente un genio.



Questa sono io che faccio la cretina a King's Cross.
Sembra mi stia per uscire un'ernia mentre vado al binario 9 3/4 per prendere l'Hogwards Express.



Questa è la crema che mi ha regalato Rusty all'ultimo secondo, tirandola fuori da una busta di campioncini di profumeria.
Cantando tanti auguri a te.



E questa è Rusty.
Punto.
*big sigh*

E adesso basta cazzate che c'ho i bagagli da fa, domani si parte.
Porcaccia miseria.

Tuesday, May 22, 2007

D'OH!!!!!

Dormivo talmente tanto che manco mi sono accorta che è suonata la sveglia, a quanto pare.

E' mezzogiorno passato, direi che Wicked me lo scordo, eh?

...

Mapporc...

Whoa..

Come direbbe Jenny, Whoa there are no more stairs.

Tanti auguri a me.

Che mi faccio la foto con Elaine Paige, che dopo la prima urla 'E' venuta male, la rifacciamo!!'

Che mi faccio fare gli auguri da Bob Martin e mi ci sono spatasciata addosso.

Che corro fino al Coward e passo con Clare i 15 minuti più assurdi della mia vita, andando a casa con un regalo di compleanno improvvisato e una abbraccio/strizzata che mi deve durare fino al 2 giugno.
Più varie frasi epiche che ricorderò per tutta la vita perchè è una pazza scatenata e mi ha regalato una cazzo di crema per il corpo della Clinique, sta scimunita.
E tra due mesi farà gli anni pure lei e non so come farò a contraccambiare.

Che arrivate a King's Cross ci viene il lampo e Manu fa: 'Ma forse facevamo in tempo a trovare Mischa e gli altri fuori all'Apollo..che dici, scendiamo qui, torniamo indet...' *troppo tardi, sto già fuori dal vagone e corro verso la piattaforma della direzione opposta*
Ovviamente Martin e Katie erano usciti da quel dì, ma Mischa e Sabrina scendavano sulla scala mobile mentre noi salivamo.
Segue scatenamento tipico di quando si incontrano 4 fan di Wicked, di cui due italiani, una mezza tedesca mezza francese e uno svedese. E ringraziamo dio che Petra era tornata in ostello 5 secondi prima, sennò avevamo anche la ciliegina croata sulla torta multirazziale.

Che mi faccio di seguito Chicago, Avenue Q, Avenue Q di nuovo, Droswy Chaperone e Wicked.
Non sono di seguito solo perchè in mezzo c'è la domenica e non riesco a convincere i teatri a rimanere aperti solo per me.

Che mi ritrovo bombardata di amici e parenti nel wichènd (na faticaccia..) e quindi mi riposo di martedì.

Che ho una ragazza fantastica che mi regala il cellulare nuovo *sbrill*
E mi regala anche la sua famiglia, visto che la mia lascia molto a desiderare.

Che mi cago sotto perchè tra 3 giorni parto e non mi reffo.

Whoa.
There are no more stairs.

Buon Compleanno...

Saturday, May 19, 2007

Wasn't me.

Cioè, ieri Chicago, domani Q, domenica riposo perchè me lo merito, lunedì è il mio compleanno e faccio come cazzo mi pare e vado a Drowsy, martedì se mi riesco ad alzare all'alba c'ho Wicked.

Non, e ripeto NON, è colpa mia se Sabrina e Petra andavano a Evita stasera, e Elle tutta sola a Avenue Q (l'undicesima volta in un mese? è più scema di noi, che stiamo a 21 in 8 mesi..), insomma, capite bene che non potevamo farla andare in solitaria again, povera stella, sapendo poi che in prima fila c'erano Luisa e India e che comunque le avremmo dovute incontrare alla stage door..e capirete anche che davanti al botteghino del Coward non hai tanta scelta, DEVI controllare se hanno ancora biglietti da £10 nel Grand Circle..

Non è poi colpa mia se i posti disponibili sono quelli esattamente vicino a Elle e non è ancora colpa mia se mi ritrovo dentro il teatro alla velocità della luce.

E vorrei sottolineare che non è affatto colpa mia se c'erano 3 posti migliori proprio alla fila B del Grand, e che all'intervallo abbiamo trovato posti ancora meglio negli stalls e quindi abbiamo tranquillamente sguisciato in seconda fila.

Non è quindi colpa mia nemmeno che delle puttanelle si siano fatte fare un upgrade e gli abbiano dato proprio i posti in seconda fila, costringendoci a spostarci fino alla fila J, ultimi tre posti al lato, dove casualmente Clare deve passare durante Money Song.

E non, ripeto NON, è colpa mia se quando arriva, Nicky in una mano e il cappello nell'altra, e quello che mi aspetto io è un occhiolino, al massimo un cenno o un sorriso per farmi capire che ci ha visto, e invece ci mostra 600 denti ed esclama 'HELLO!!' praticamente facendo mangiare il cappello a Manu..

Non che non è colpa mia. Sono una vittima innocente.

Talmente innocente che quando è uscita non ci abbiamo nemmeno provato a fermarla, aveva due amiche/parenti dietro, una busta enorme tra le braccia e il viso stanco di una che scartavetrato tutti i muri di casa con uno spazzolino da denti.

Però ancora sorrideva, ancora faceva ciao con la manina rallentando il passo ma non fermandosi come a dire 'vi prego stavolta non mi bloccate, muoio di sonno..'
Ma che carina che è con quel sorriso stanco e la sua manina che sventola, è il nostro 'grazie per essere venute', e il 'grazie per avermi lasciato andare a casa', e tanto ci deve bastare.


PS: Petra mi ha regalato dei cioccolatini al caffè per il compleanno. Incartato e tutto, con tanto di card della Forever Friends.
Sono rimasta senza parole, con Manuela che mi sussurrava all'orecchio "Devi dire 'grazie'.."
Scusate, non sono abituata.

PPS: Sono uscite le nomination ai Tony.
Che noia che barba che noia.
Diamo il Tony alla Ebersole e a tutto il cucuzzaro di Grey Gardens (ZZZzzzZZZZzzz...), un'altro a uno a caso dei mocciosi di Spring Awekening e andiamo tutti a casa che s'è fatta 'na certa.

Wednesday, May 16, 2007

Skatà re malàka...

Viene Paolo, il front office assistant manager, e mi fa: 'Questo te lo regala Andrea..', che per chi non lo sapesse è la nostra revenue manager, una cristona di colore con la parrucca più orrenda del globo e la lingua più caustica dell'emisfero nord.

Mi ammolla un invito '+ one' per Drowsy Chaperone.

Salto come 'na gazzella su e giù per l'ufficio, corro ad abbracciare Andrea urlando 'I love you! I love you!' (ricevendo in risposta un mugugnato 'quanto sei cretina..', sempre così dolce, la mia Andrea..), mi calmano a randellate sui denti, giro l'invito e controllo le date disponibili.

Ovviamente, la settimana esatta in cui io sono in Italia.

...

Mortacci del cane. Skatà re malàka al cubo, cazzo.

Mi vengono i lacrimoni e passo rassegnata l'invito a quella sarda impunita di Laura, che se ne appropria in 6 secondi netti.

Non tutto è perduto però, Gary è il concierge del turno pomeridiano, alle tre arriva e mi viene a salutare.
Manco mi dice ciao, ma subito: 'do you want to go the theatre dear?', e gli svengo tra le braccia.
Sono 9 giorni che non ci vado, sto praticamente in crisi d'astinenza.

Mi offre Fiddler on the roof, Drowsy Chaperone e Lord of the rings.

Fiddler nun ze pò, sono in Italia quel giorno (cane de merda..).

Drowsy è il 4 giugno, e me lo opziono, sarebbe da andare con Juan e il compagno, ma non è un problema.

LotR non serve opzionare perchè ha detto che dovrebbe avere 4 biglietti e quindi sto a posto.

Mi risollevo, raccantando pezzetti di cuore infranto, e finisco la giornata.

Oggi spesa, si va da Tesco.

IO:'Pronto Manu? Sto uscendo ora, dove ci vediamo?'
Manu: 'Sono tornata adesso a casa, ho incontrato Clare...'

...

*vento che spazza via la polvere mentre un coyote ulula in lontananza..*


...


Prima reazione: What?

Seconda reazione: WHAT!?!?

Terza reazione: Chi cazzo ha spostato il Coward Theatre su Regent Street?????

Ettipareva. L'attimo che smetto di pensare a Clarey per mezz'ora e Manu se n'esce così.

E che ha visto oggi pomeriggio, la nostra Clarey?

Ha visto Drowsy Chaperone, ecco che ha visto.

E non era soddisfatta.
'Weak cast', ha detto.
Elaine Paige ed è un weak cast? Annamo bene...
Però Bob Martin le è piaciuto.

E, OVVIAMENTE, Manu non vuole andare a vedere Drowsy il 4 giugno perchè è due giorni dopo l'ultima di Clare e saremo sventrate nel profondo.

Mapporc...

Basta, me ne vado.

Wednesday, May 09, 2007

Avoja

Insomma devo tornà in Italia.
Quanto nun me và.

Spendere i soldi, smazzarmi da/per l'aeroporto, e prendi il Terravision, no prendi lo Stansted Express, e arriva 800 ore prima per pijà er posto, e alzati all'alba per prendere il volo cheap del mattino, e chi mi viene a prendere a Roma, e fa il giro della città a salutare zii, parenti, cugini, nonni, trisavori e colleghi, e prenota l'aereo, e porta su il cane, e imbarcalo, e arriva sana e salva a Gatwick, e prega iddio che non mi facciano storie e che tutta sta tarantella del trasporto canino FINISCA, una volta per tutte.

Insomma.

Io che penso a cosa vedere prima, se Spamalot per la seconda volta o andare a vedere finalmente Chicago, e sulla capoccia ho sta nuvola del ragioniere del rientro a casa.
Sò 4/5 giorni, ma pesaaaaaaanti.

Vabbè.

Nel frattempo Night of 1000 Voices/Avenue Q uno di seguito all'altro (il primo con Debra, Mischa, Shannon e Christina, il secondo con Bettina e Alkistis), e ovviamente Clare mi è sfuggita da sotto al naso entrambe le volte.
Ieri è proprio scappata a razzo, raso muro al Coward, da tutt'altra parte. Il tempo per Alki di dire 'Ma quella non è la tua amica Clare..'
Chissà dove cazzo andava.

Domenica (ommioddio, little black dress, tacco 12 e calze a rete..svengo) prima al cellulare ('Kieran, 'ndò cazzo stai??', probabilmente), poi due tipe di Witches of Oz che la accalappiano (grrr..), poi eccoti Kieran, via agli sbaciucchiamenti e ai sorrisoni, ci rinuncio, alzo bandiera bianca.
Il tutto cercando disperatamente di non incrociare lo sguardo di Simon che nel frattempo avrà fumato 8 pacchetti di sigarette.
Chenmefrega, io sto qui ad aspettare Joel Grey, mica bruscolini..
E ovviamente chi è l'unico coglionazzo che mi viene a chiedere 'hey, are you alright?'??
Simon, ovvio.
Sto bene, sto bene, cancro ambulante, ho il cuore a pezzi ma sto bene.

IO: 'Anyway, you guys and Joel Grey on the same stage, that must've been amazing..'
SIMON: 'Yeah, The dude is a fucking legend!'

...

Sono esterrefatta dall'espressività sintattico/grammaticale del tuo idioma nativo, caro il mio minchiazzone in tuxedo nero e Marlboro Light tra le dita.

Ma va bene.

Oggi abbiamo parlato con Clare, e tutto è roseo e fatato nel mondo.
'Vado di corsa, vado di corsa' e poi i suoi soliti racconti assurdi per 10 minuti.
Cazzi vari di casa sua, ormai soprannominata la fabbrica di San Peter per via dei lavori infiniti (Manu: 'Ma casa nuova è ENORME?!, LEI: 'no, è TINY, è questa la cosa ridicola..') l'idraulico che deve venire a giorni, domani le montano il gas, il cast change e il warning *con tanto di imitazione* che la vedremo piangere, i commenti sulla maglietta di We Will Rock You di Manu, la performance di domenica sera e la sua volontà di fare il secondo numero in uniforme da Ave Q invece del vestito formale (STAISCHERZANDOVERO??), sul quanto è stanca (miiii, quanto è paaaallida..) e su quanto è incasinata sto periodo e ommioddio quante lentiggini ha, gliele bacerei una a una..

Insomma.
Ce la posso fare.
Mi drogo di Clare, vado, acchiappo il cane, torno in tempo per i cast change e poi mi piango l'anima per due settimane perchè non vedrò più la mia Clarey e sarò devastata.
Si si.
Ce la faccio.

...

Avoja.