Tuesday, June 27, 2006

Siamo una squadra fantastici..

D'accordo, accetto tutto.

Accetto i commenti da emeriti lobotomizzati del calcio che si improvvisano allenatori mancati per sfrantecarti i maroni con moduli, strategie, formazioni fantomatiche e pagelle tecniche, anche se fino al giorno prima dovevi stare lì a spiegare che Ronaldo e Ronaldinho NO, non sono la stessa persona...

Accetto che qualunque cosa in tv abbia a che fare col pallone. Ma dico qualunque pubblicità. L'arancia vera siciliana tifa sul nastro trasportatore, Bonolis e Laurenti tifano sulle nuvole d'ovatta tra un caffè e l'altro, la particella di sodio fa la ola da sola, Cannavaro si allena coi salumi e impara il tedesco col navigatore..

Accetto che qualunque tifoso, intervistato postpartita, non riesca nemmeno lontanamente ad esprimersi in italiano. Solo dialetto smangiucchiato o idioma imbastardito da troppi anni di cruccaggine, dove si capisce a stento giusto il nome del calciatore amato ("aè, uoppallà aruonn' Toni, TONI, TONIII!!!", "ghesè ital', fossa fossa ital', garà me Iaquì, se se, Iaquì!", e così via)

Accetto l'eminentissimo cassiere lobotomizzato del bar della stazione Termini, che fa finta di battere il prezzo e con un orecchio è talmente teso ad ascoltare la radiocronaca che i padiglioni auricolari gli sono diventati come quelli di Shrek:

Nerwen: "Ciao, prendiamo una coca alla spina, uno strudel, un caffè top cup e un muffin al cioccolato"
Cassiere: *Toni cerca di mantenere palla..* "...si, dimmi.."
Nerwen: "ehm...una coca alla spina, uno strudel, un caffè top cup e un muffin al cioccolato..per favore"
Cassiere: *rimessa in gioco per gli italiani..* "...Il top cup non lo possiamo fare.."
Nerwen: "Ah..allora un caffè nocciolino.."
Cassiere: *passaggio di Totti, ma è lungo..* ".......si......uno strudel e..?"
Nerwen: "coca alla spina, strudel, caffè nocciolino, muffin al cioccolato"
Cassiere: *Rinvio del portiere, mancano 6 minuti alla fine del primo tempo..* "....ok...la coca alla spina, mi hai detto?"
Nerwen: "......cocaspina, strdl, cffnccioln, muffciocclto"
Cassiere: *Iaquinta prende palla, passa a centrocampo..*"ok...si...scusa, il muffin come lo volevi?"
Nerwen: "Sgrubbl..." (sviene schiumando dalla bocca)

Accetto il giornalaio con la tromba da stadio appoggiata sul bancone che spernacchia chiunque si avvicini per nessuna ragione al mondo (91°, Australia-Italia 0-0):

Cliente: "Buonasera, mi da il Messagg.."
Edicolante: "PEEEEEEEEEEEE"
Cliente: (stupefatto e con i capelli scompigliati) "...Ma...Hanno segnato?"
Edicolante: (imperturbabile) "No."
Cliente: "Ah..allora mi da per cortesia il Mes.."
Edicolante: "PEEEEEEEEEEEEEEEEEE"
Cliente: (interdetto) "......Arrivederci.."
Edicolante: "PEEEEEEEEEEE"

Ma transumare in massa dai Castelli, da fine partita alle 4/5 di notte, per venire a impestare Piazza Venezia di bandiere tricolori e olezzosi corpi di coattacci con esubero di ormoni solo perchè la squadra vince (a stento) la prima partita del girone degli ottavi NO.
Non lo accetto.

Ora che sti poracci derelitti, ammaccati come reduci di Saigon ma tatuati come la mora delle Tatu, non si sa come, sono arrivati ai quarti (accompagnati dall'allenatore Mr Simpatia, da una panchina di frustrati e da un codazzo di giornalisti che sognano solo la parmigiana della mamma e si sono persi gli esami di 5a elementare dei figli), ORA si: scendete in piazza. E restateci.
Prima che facciano la figuraccia che tutti si attendono, prima che ritornino con le pive annodate ben bene intorno agli stinchi doloranti e vengano subissati da titoloni giornalistici denigratori, ORA andate a tifare Italia.

Ma poi non rompete più i coglioni, che qui c'è gente che dorme..

1 comment:

Wythe said...

Io mi sono rotta di avere gente che urla dal bar sotto la mia stanza er ogni qualcosa-che-sembra-un-passaggio-che-forse-andrà-in-porta..Fai tu..Ogni partita è così..e col fatto che ci sono gli stranieri ovviamente c'è sempre qualcuno che ulula alla luna per festeggiare il goal della propria squadra..Mah..Finissero,che non vedo l'ora..