Saturday, January 28, 2006

Buon Anno del Cane!!

Felice anno 4703 a tutti!!

*sparando mortaretti e ululando 'fortuna!' come un dragone inferocito e senza una ragione apparente per parentado o vicinato, che, giustamente, chiamano il 112..'

Thursday, January 26, 2006

Te lo do io il Codice..

Mi faccio dare da mia madre una pezza per gli occhiali per lucidare il mio tessssssoro (vedi: lettore mp3 nuovo di pacca) e che ti vado a scoprire?

Che cerco di evitare il vecchio Dan in tutti i modi, aggirando edizioni deluxe, a colori, formato extra, formato pocket, formato carta igienica, stand stracolmi a destra e a manca, scavalcando guide, anti-guide, dizionari e antologie, dribblando film, documentari, contro-documentari parodie, parodie delle parodie, fumetti, parodie di fumetti delle parodie..e poi?
Alla fine m'ha fregato lo stesso, sto maledetto..



PS: Leonardo, perdonali perchè DAVVERO non hanno la più pallida idea di quello che fanno..

Saturday, January 21, 2006

I need a vacation.



Anche i biscotti della fortuna della signora Ju-Li mi prendono per il culo..

Inizio a spazientirmi, se non prenoto un volo aereo entro breve potrei anche compiere un gesto sconsiderato e MANGIARE il suddetto biscotto.
Giuro che lo faccio. Con tutto il messaggio dentro.

Thursday, January 19, 2006

Tutti in PACS '06

Che delusione, ancora una volta.
Sentirmi dire che il 2006 è un miraggio e che in realtà siamo in pieno medioevo, che qui le streghe non si bruciano, si mettono direttamente nel micronde col grill, a due passi da Giordano Bruno che si rivolta nella tomba a ritmo di WMCA.

Che tristezza sentirmi dire da un vecchio prolisso e avvilente che due persone che non hanno figli non hanno diritto al reindirizzamento della pensione, perchè la donna non ha rinunciato alla carriera per i figli e quindi non si merita nessun risarcimento, sta parassita col grembiule e i bigodini in testa come cazzo si permette di parlare, che deve solo pensare a sfornare figli e che vadano a lavorare presto..

Che piangere, sentire parlare LaRussa di 'leggine' che basterebbero ad accontentare sti froci esosi che, pensa che pretese!, vogliono poter avere dei diritti.

Che piangere vedendo volantini di Azione Giovane che mette in guardia contro i PACS perchè permetterebbero agli omosessuali di poter adottare...nemmeno la soddisfazione di avere contestatori esperti ed informati, no! Ci toccano fascistoidi analfabeti e sgrammaticati!

Sentirmi dire dal solito panzone leghista che 'Nessun gay va discriminato. E comunque 'sovrappeso' lo accetto, gay lo va dire a qualcun altro..'

Che abbattimento quando ancora prima di raggiungere Piazza Farnese, alla stazione Termini, mi vedo consegnare un libriccino esplicativo della Calvary Chapel che, perentorio, mi elenca i modi per essere sicuri al 100% di andare in Paradiso, soddisfatti o rimborsati! Loro non te lo dicono nel depliant, ma hanno canali privilegiati con dio, la linea diretta, non so se mi spiego..mi si dice abbiano anche sconti del 30% su ali e aureole varie, grande scelta all'interno, per i colori, chiedere alla cassa...

Sentirmi dire da qualunque parlamentare misconosciuto e insignificante quanto è importante difendere la famiglia (quale? di chi? la sua?), non pagare le tasse per far si che due checche isteriche possano avere, per dire!, garanzia di assistenza sanitaria, e quanto è importante difendere la vita, la casa, i soldi, la salute (ancora: di chi? La loro?) e perchè no allora anche il gatto, il sale grosso e la dentiera della nonna.

Tutto, proteggono tutto. Tutto quello che va incontro ai loro raffinati gusti (di chi? perchè le convinzioni medioevali di queste persone mi pregiudicano l'esistenza mentre io devo pagare le tasse e con quei soldi pagare la pensione ai loro genitori?), il resto non conta niente. Noi NON ABBIAMO IL DIRITTO ALL'OMOSESSUALITA', l'ha detto il Grande Crucco vestito di bianco, perchè dovremmo avere anche qualunque altra pretesa? Non abbiamo il diritto di ESSERE. Gli omosessuali non ESISTONO. Non sono i loro poliziotti, i loro tassisti, le loro parrucchiere, i loro avvocati, architetti o cameriere, non sono i padri di famiglia che vanno al Max a rimorchiare 18enni compiacenti mentre la moglie pensa sia a vedere la partita, non sono le loro figlie e i loro figli e le loro mogli.

E invece vaffanculo.
IO esisto, e sono la spina conficcata nel culo di questi guardiani della morale, di questi signori dell'apparenza. Io continuo ad esistere, io e i miei amici, i gay e gli etero che hanno scoperto dove si trova l'interruttore che accende il cervello, continuiamo ad esserci e a mandarvi affanculo ad ogni parola putrida che vi uscirà dalla bocca, cari lord dell'etica sociale, a mordervi nelle chiappe ad ogni passo indietro che farete fare a questo povero paese di merda.

Monday, January 16, 2006

Citazioni

"Bisogna vincere ogni forma di discriminazione e disprezzo"
(Joseph Ratzinger, Papa Benedetto XXVI)

"Mortacci che coraggio.."
(Nerwen)

Occhio, la nonna spara

Ho scoperto che tra l'Arizona e il Messico ci sono 350km di confine.
Da quelle parti la chiamano "La Frontera".

Ho scoperto che da questo colabrodo passano, ogni anno e illegalmente, 300mila persone. Tutta Bologna trottelerellando, per intenderci.

Ho scoperto che il governatore dell'Arizona è una donna che risponde al nome di Janet Napolitano (chiare origine Navajo..).

Ho scoperto che la signora ha deciso di mettere fine ai clandestini. Letteralmente.

Deve aver pensato che il resto dello US ARMY che non è in Iraq, la Guardia Nazionale, le guardie di frontiera e gli sceriffi di contea non erano abbastanza, così ha assunto dei volontari con licenza di uccidere per sorvegliare la Frontera.

Ho scoperto poi che questi volontari sono 4.500 vecchiette e 8.000 vecchietti, età media 70 anni, che imbracciano orgoliosi il canne mozze sotto la denominazione di 'Granny Brigade', la Brigata delle nonnine.
E la Granny Brigade non si fa mancare niente, ah bè, ma che scherziamo! Fucili, bengala, granate, binocoli a infrarossi, walkie talkie, sedie da pic-nic, plaid sulle ginocchia perchè la notte è lunga e fredda e si sa, l'enfisema non perdona..

E queste vecchiette sparano, ogni notte, nascoste lungo la Frontera. E ogni tanto ci scappa il morto, checcefrega, tanto sò clandestini. Loro si tengono occupati annegando il post pensionamento nel senso civico, e il governo da l'impressione di far qualcosa per il problema immigrazione.

Ho scopero anche che un simile pattugliamento è auspicato da quasi tutti gli stati di frontiera.

Qualcuno ha fatto ingenuamente notare che se davvero il NordAmerica si sigillasse tipo paguro bernardo l'economia del paese crollerebbe su se stessa.
Quisquiglie.

Io mi chiedo cosa perderemmo se tale 'Operazione Saratoga' si rivelasse, per puro culo, un successo. E cosa avremmo perso se questa genialata fosse stata effettiva già da un pò.

Mettiamo la frontiera più colabrodo dopo l'Arizona: la Florida.
2.600 irregolari intercettati nel solo anno 2005.
40 pensionati per chilometro quadrato.

Ma vi immaginate un mondo senza Gloria Estefan?
Potete onestemente dire di poter vivere senza perle come Conga o Rhythm is gonna get you?
Impossibile.

Friday, January 13, 2006

Bon ton metropolitano

La metropolitana mi ha parlato.

Nel senso di stazione, non di treno..Sono entrata, ho oltrepassato il tornello (passando dall'uscita come tutte le mattine), ho sceso quei 20 scalini che portano alla banchina e proprio lì, tra l'ultimo e il penultimo gradino, ho sentito:

*PLING PLONG*

Già sfogliavo il calendario per decidere da che santo cominciare a bestemmiare, immaginando chissà quale guasto al vagone/intasamento in galleria/crollo di cavo elettrico/suicidio sui binari..

E invece.

*PLING PLONG*

Metro: "Tutto ok?"

Nerwen: "...Eh? ...Come tutto ok?? Ma... che parla con me? Tutto ok. Bè si, se proprio lo vuoi sapere si. Certo, non ho dormito un cazzo stanotte e ho scoperto che il materasso va cambiato se non voglio sprofondare nel buco nero che si è prodotto negli ultimi anni, manco pesassi 'sta quintalata..che poi peso 52 kg fissi e non riesco a prendere peso manco a pagarlo, anche perchè è difficile mangiare bene quando mangi panini sciapi da 6 anni e la collega continua a trovare scuse per non venire e mi constringe a sostituirla costringendomi anche a spendere soldi nel pomeriggio quando mi viene una fame che manco la fame chimica da crema di marocco, finendo a spendere soldoni nei vari fast food del cazzo, per non parlare di quando sto al turno mio e già mi rode abbastanza il culo per i dementi che mi tocca vedere tutti i giorni e scopro pure di dover aspettare il cambio per ore perchè la guardia non può venire prima e vaffanculo te pareva aò..però in compenso a casa tutto bene, oddio, c'è sempre mio fratello che è cerbroleso peggio del mio patrigno che sta sempre a lamentarsi di soldi che io non darei per contribuire alla famiglia e lui ha il coraggio di mettersi a organizzare la vacanza in Messico, il cane è stressato e la mia ragazza vorrebbe sterminarmi la famiglia, che poi non ha mica torto, anzi c'ha ragioniss.."

Metro: "..."

Nerwen: "..."

Metro: "..."

Nerwen: "..Tutto bene, grazie, e lei?"

Wednesday, January 11, 2006

Fashion Nirvana



Sempre per la serie 'Sono Proprio La Più Fashion', l'ennesima prova d'amore della mia dolce metà.

Spirituale si, ma col rosario coordinato..


(Lama Nerwen, in meditazione da caffeina)

Tuesday, January 10, 2006

Habits

Irish dragon mi ha passato sta roba. Nonostante lo avessi già visto da Italian Psycho ci ho messo 5 minuti a capire che COSA dovevo scrivere (scusate, ho bisogno di ferie..).
La volta che mi passano una catena e manco una domanda diretta..

Vabbè, procedo..

Titolo:

5 MIE STRANE ABITUDINI

Svolgimento:

Io non ho strane abitud*STOK!* (cartone in testa medio-forte da parte di Manu)

Io HO 5 strane abitudini, che vo ad enumerare (come l'alba coi gelsi di Gadda ne La cognizione del dolore e maremmaquantosonointelligent*ARI-STOK!*..):

1)Non posso non uscire dal Disney Store senza una tazza. Preferibilmente viola. Preferibilmente con l'asino. Non è colpa mia, giuro che mi si attaccano alle mani da sole. E poi la colpa è dell'imperialismo consumista della Disney, potrebbero anche evitare di produrre 7 modelli nuovi di tazze da caffè ogni 4 settimane, 'tacci loro.

2)Non so stare senza la digitale (non la pianta, non soffro nemmeno di cuore..), da quando me l'hanno regalata (maggio 05) sono uscita senza 3 volte e mezza. (la mezza è perchè sono tornata indietro a prenderla dopo l'attacco di panico non trovandola in borsa)

3)Ho l'abitudine di dormire. Sono capace di dormire come nessun altro al mondo. E non parlo solo di durata. Parlo di modo, di spessore di palpebre, di profondità di sonno r.e.m., di posizione. COME e QUANTO dormo io, non ha paragoni.

4)Non sono in grado di farmi una doccia senza musica, nella maniera più assoluta. Di solito quindi spendo 20 minuti nella scelta del cd perfetto, ma in mancanza d'altro va bene qualunque cosa, radio, audiocassette, cd trovati un pò ovunque. Alle brutte costringo mio fratello a cantare a squarciagola fuori dalla porta. Il che non è bello.

5)Io ritaglio. Ritaglio tutto, sembro un robivecchi..conservo qualunque trafiletto, qualunque cazzata, una pubblicità di una mostra interessante, la locandina di un film, la carta colorata di un regalo, una bella foto di Rachel Weisz su una rivista..Nella mia mente ogni cosa ha un'utilità, un suo posto nel mio mondo. Vedo già tutto incollato, appiccicato alla parete, conservato per i posteri, sfruttato nello scrapbook fotografico..
In realtà è un eccidio, sopravvive l'1% del totale. Il resto sta lì, accatastato in pile più o meno imponenti, a fermentare, a pressarsi, a mischiare e trasudare inchiostro.
Tra 10 anni si saranno riciclati da soli in splendidi blocchi A4 di fogli immacolati.

Se devo passarlo, allora a Xenomorph e alla mia ragazza..

E ora scusate ma mi si fredda il caffè...

Monday, January 09, 2006

Danke Herr Heinrich

Auf Wiedersehen, Herr Harrer.
Non dimenticherò mai i suoi 7 anni in Tibet.

Om Mani Padme Hung.


Heinrich Harrer, 1912-2006

Friday, January 06, 2006

Pura Vida

Sono rientrati i parenti dal Costa Rica.
Sorella di mamma, marito della sorella di mamma, figlie della sorella di mamma, fidanzato di una figlia della sorella di mamma.

Avanti e indietro dall'aeroporto, baci e abbracci, acchiappa le valigie, lascia le porto io, ma non dai che pesano, e allora come state, madonna quanto sei cresciuta, e mangiamoci un pezzo di pizza, certo che sto fuso orario vi ammazza guarda che facce, cuginetta mia un'altra parola in spagnolo e ti stronco, e il lettore mp3 nuovo da quant'è, bella nipota zia tua ti ha portato un pensierino:



Tre scatole di Tylenol.
58 pastiglie in tutto, che io mi centellinerò come fosse elisir di lunga vita.
Io, che non prendo manco l'aspirina, che mi sono tenuta la febbre a 39 per 6 giorni piuttosto che cedere alla tachipirina e che quando l'emicrania mi aveva abbattuto come un Obelix spiana un cinghiale sono stata capace di chiedere in farmacia 'quella cosa che fa passare il mal di testa'..

Niente Prozac, niente Tachifludec, niente Valium, nemmeno una Preparazioncina H così, tanto per gradire.
No, il mio unico amore farmaceutico si chiama Tylenol, è americano, alla febbre fa l'effetto dell'esorcista in un giorno in cui è particoalrmente incazzato, e ringraziando il cielo, in Costa Rica si trova a pacchi.

E allora pura vida, chicos, y que viva Costa Rica!



PS: per la gayezza che è in me e visto che parliamo di Tylenol, ma non è stupenda sta pubblcità!?

Monday, January 02, 2006

"Go easy on me!"

Ci sono volute ore e ore di duro allenamento, immani sudate e due o tre smadonnamenti epici, ma sono finalmente diventata una campionessa di Capoeira.
Non sarebbe stato possibile senza gli insegnamenti della maestra Christie Monteiro.

Ho calli da minatore e i miei pollici non sono più opponibili, ma ne valeva la pena.

Obrigada, maestra.

(e obrigada anche a Manu che mi fa smazzare a Tekken 5..)

Sunday, January 01, 2006

Adotta anche tu un orso polare.

Graziello è un orso polare. Non sappiamo quanti anni ha, ne da dove viene.

E' stato ritrovato ai piedi di un semaforo, davanti l'uscita est della stazione Termini, in un piovoso e freddo giorno di dicembre.

Era stato abbandonato, forse smarrito. Solo e indifeso, lercio da far schifo e bagnato come un pulcino (ma se è un orso?), attendeva sdraiato a terra, silenzioso, senza chiedere niente. Attendeva le lacrime di una bambina.

Quella bimba (Manuela, la mia ragazza, 23 anni suonati) alla fine è arrivata, e ha pianto per lui.

Ora Graziello sta bene, vive con la sua nuova famiglia e ha dimenticato il suo triste passato, grazie alle cure della sua salvatrice, della sua step-mom e ad una tripla dose di detersivo.


Graziello e Manu (C)Nerwen