Friday, December 23, 2005

ZZzzz..

Di solito io e il mio orologio biologico abbiamo un buon rapporto.
Lui non sporca, non si lamenta, non chiede le ferie, generalmente non lo sento proprio, si fa i fatti suoi e io non lo disturbo.
Su un'unica cosa mi da da pensare: i cicli di sonno/veglia.
Ecco, su quello abbiamo ancora qualche difficoltà.
Perchè io Dormo.
Ma no 'dormo' e basta, no no: io DORMO.

Io casco di sonno, io pendo, muoio, crepo di sonno. Sempre.
Se mi lasciate in pace, il cane è sceso e le tende sono tirate mi faccio anche 14 ore filate. E mi sveglio ancora stanca.
Se mi siedo in treno/aereo/traghetto/macchina e il viaggio dura più di due ore, è matematico che mi addormento.
Sdraiarmi su qualsivoglia superficie piana è fatale.
La mattina comincio a connettere verso le 11 a.m (tipo risveglio post-canna: 'come cazzo ci sono arrivata a lavoro?!?'), verso l'una mangio, quindi abbiocco post-pranzo. La cicagna persiste almeno fino alle 4, nonostante endovena di caffè a ripetizione. Dopodichè abbiocco parte seconda, che ha una durata minima di 5 ore. Vado a letto che sembra abbia scavato tutto il giorno in miniera.

Ditemi voi se è normale, se è possibile essere così schiava del letto.

Ho provato vitamine, ricostituenti, integratori..

La mia ragazza mi odia perchè appena metto la testa sul cuscino vado in coma (ammetto che questo ammazza un pò la passione..) mentre lei se non sta al buio e al silenzio non chiude occhio (l'ultima volta in volo per la Nuova Zelanda non ha dormito per 30 ore.) e poi ci vogliono i cannoni di Navarone per svegliarmi il giorno dopo (come minimo 6/7 chiamate ripetute per penetrare il mio sonno r.e.m...), le mie amiche mi compatiscono (neanche tanto velatamente..non capivano come si può fare sega a scuola e poi NON svegliarsi alle 6 per andare al mare. Si può, si può, basta non mettere la sveglia e fare la vaga. Lo stesso discorso si applica oggi come allora.), il mio capo si incazza ('Pronto? si boss, sono io..come sarebbe a dire sono le 10 e non sono ancora a lavoro? impossibile, guardi bene, devo essere lì da qualche parte..') e il mio cane ha imparato ad usare il water, il sabato e la domenica, visto che non può fare affidamento su di me nel modo più assoluto..

Non c'è scampo, sono condannata. Se qualcuno ha il rimedio, che me lo faccia sapere.

Nel frattempo farò ancora la vaga, il mio orologio biologico continuerà a ticchettare fino alle paturnie di maternità post-30-anni e io continuerò ad essere incatenata al letto.

E ora buonanotte, che s'è anche fatta una certa e domani, maremma slovena, finalmente si dorme.

5 comments:

Kay said...

Quanto ti capisco! anch'io dormo ovunque...non c'è posto che io trovo scomodo: un pò come Sid ...sono come un Bradipo..in teoria basta trovare la posizione giusta, l'equilibrio, che sia una roccia, un angolino, un autobus non conta..dico solo che quando andavo a lezione alle 9.00 in un teatro a Padova dormivo che era un piacere..ma soprattutto fa rabbia quando senti che ti stai per addormentare e sai che quella non è una buona situazione per dormire, perchè c'è gente che ti guarda..e non riesci a stare sveglia, e la testa ti cade a penzoloni...

Nerwen said...

e gli occhi non riescono a mettere le cose a fuoco e le palpebre ti cascano! oddio, siamo uguali..u_u'

rossogiuda said...

mm..io alterno periodi d'insonnia totale ad altri in cui devo combattere duramente per non addormentarmi SUL pc..e poi chi le toglie le macchie di bava dalla tastiera??

Sei UN GENIO. Leggerti è un vero, assoluto piacere, persino quando tratti di futilità. E questo è un chiaro sintomo di talento, cara...

un abbraccio.

Nerwen said...

Alfiè, se lo dici tu..^^'

Anonymous said...

Devo fa legge sto interveto a Lu per dimostrarle che non so l'unica test'e cazz che come se orizzontalizza chioppa di colpa in coma.
Cmq Alfiero ha ragione.

Libro!Libro!

'accia